X Il sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo il banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.
Pagina 1 di 54 > | >>
06/11/2018

Oggi, in occasione del lancio di OSM Partner Caltanissetta, ho tenuto una presentazione circa le abitudini e le strategie vincenti degli imprenditori delle piccole e medie imprese che crescono non importa le condizioni di mercato o le condizioni politiche. 

Voglio ringraziare la Famiglia Casanova e OSM Value Palermo per l'invito e per l'eccellente organizzazione. 

Le slides della presentazione sono allegate. 

Per chi aderirà alla nostra proposta ci vediamo a Palermo il 22 e 23 Novembre: Come Costruire il Primo Milione di Euro in Sicilia. 

Paolo Ruggeri 

download slidesDownload delle slides
Condividi:
26/10/2018

Oggi ho avuto il piacere di partecipare a una riunione di Credit Data Research Italia https://www.cdr-italia.com/ e ho condiviso cinque strategie per il successo personale. 

Credit Data Research ha una grandissima potenzialità di crescita. Bellissima azienda. 

Le slides della mia presentazione sono allegate. 

Paolo Ruggeri 

download slidesDownload delle slides
Condividi:
25/09/2018

Oggi come parte dello start up di OSM Partner Calabria, ho tenuto una presentazione a un centinaio di imprenditori Calabresi riguardo alle strategie ed opportunità per gestire l'impresa. 

Ringrazio Davide Albanese e OSM Value per la perfetta organizzazione. 

Le slide della mia presentazione sono allegate 

Paolo Ruggeri 

download slidesDownload delle slides
Condividi:
21/07/2018

IMPRENDITORE NON SEI SOLO

MANSIONARIO DEL RESPONSABILE TERRITORIALE

Ogni città con oltre 50.000 abitanti avrà un Referente Territoriale di Imprenditore Non Sei Solo (I.N.S.S) e un Vice RT


Il Referente Territoriale (RT) o il suo Vice dovranno essere imprenditori o professionisti che effettuino i seguenti passi:


a) Firmare il Manifesto dei valori di Imprenditore Non Sei Solo http://www.paoloruggeri.it/blog_articolo.asp?idp=1403 


b) Firmare una promessa di non upselling nel quale si impegnino a non fare alcuna offerta di vendita ad imprenditori in difficoltà durante la loro partecipazione al programma di assistenza (questo divieto scadrà nel momento in cui l’imprenditore in difficoltà completi con successo il programma di assistenza).


c) Passare un test attitudinale (fermo restando che la nostra associazione non rifiuterà nessuno che sia disposto ad aiutare, la figura di Referente Territoriale richiederà una certa dose di autodisciplina e stabilità organizzativa o, cosa che renderebbe la persona immediatamente qualificata checché ne dica il test, una grande esperienza di successo nel gestire la propria azienda).


d) Dedicare almeno una giornata al mese alle attività di supporto di imprenditori che fossero in difficoltà (o alla promozione delle nostre attività presso la Pubblica Amministrazione o le Organizzazioni Territoriali).


e) Essere reperibili durante il mese per attività di supporto: di base riceverà per email i contatti di imprenditori della sua zona che ci avessero contattato con richieste di aiuto e dovrà:
a. Invitarli a compilare un’analisi attitudinale
b. Fornir loro supporto morale e operativo nel limite dei suoi mezzi
c. Organizzare perché partecipino alle giornate formative nazionali di Imprenditore Non Sei Solo


f) A loro discrezione essi potranno partecipare come coach, assistenti o formatori durante le giornate formative di Imprenditore Non Sei Solo (utilizzeremo le loro capacità per aiutare gli altri)


g) Nel momento in cui la struttura locale fosse cresciuta, essi riceveranno i materiali, il training e il supporto da Imprenditore Non sei Solo nazionale per tenere localmente giornate di formazione per assistere gli imprenditori in difficoltà.


h) Ogni tre mesi parteciperanno gratuitamente a una giornata di formazione su come assistere gli imprenditori in difficoltà.


I NOSTRI OBIETTIVI

1) Mai più imprenditori suicidi
2) Cercare di tutelare gli interessi della nostra categoria (imprenditori della PMI e Liberi Professionisti) compiendo attività di lobbying presso la Pubblica Amministrazione e sensibilizzando l’opinione pubblica circa l’importanza delle piccole e medie imprese.


Per candidarti scrivi a info@paoloruggeri.it  fornendoci le seguenti informazioni:


Nome e Cognome
Numero di Telefono
Nome della tua azienda
Località di residenza
Area/e di esperienza (area o aree nelle quali ti senti di poter aiutare gli altri imprenditori).


Non sappiamo quanto lontano o quanto vicino arriveremo ma di una cosa siamo certi: anche salvare un solo imprenditore dal suicidio per noi costituirà già un grandissimo risultato.
Non siamo soli, perché siamo parte di un gruppo.
Grazie per il tuo aiuto


Paolo Ruggeri


 

Condividi:
21/07/2018

Molti mi hanno chiesto che cosa fosse il Progetto Imprenditore Non Sei Solo al quale mi sto dedicando part time da tre o quattro mesi. Nonostante ben presto il progetto avrà un suo proprio sito, è nato qui. 


MANIFESTO IMPRENDITORE NON SOLO

Noi di Imprenditore Non Sei Solo crediamo che gli imprenditori e i titolari di Partita Iva costituiscano la spina dorsale sulla quale si reggono l’economia, l’innovazione e il progresso economico delle persone nella società.
Crediamo che in un mondo nel quale l’unica certezza è il cambiamento e nel quale ognuno di noi deve essere dotato di creatività e passione per imparare costantemente attività o processi nuovi, i valori imprenditoriali costituiscano la principale fonte di sicurezza per gli individui.

Mentre le società evolute promuovono i valori imprenditoriali nella società e celebrano l’imprenditore o il professionista come figure centrali per lo sviluppo economico, ci rattrista vedere che nel nostro Paese spesso le cose non vanno in questo modo.

La politica per anni ha accostato all’imprenditore la figura dell’evasore, dell’approfittatore, del calpestatore di diritti. È stata promossa l’idea che chi fa impresa è egoista, aggira le leggi e, se ha successo, è perché ha imbrogliato.

Mentre le società evolute hanno capito che per creare tanti posti di lavoro e ottimi stipendi bisogna innanzi tutto tutelare le piccole e medie imprese e chi le dirige, la maggior parte delle ultime leggi emanate nel nostro Paese sembrano avere come unico obiettivo quello di tutelare la società dagli imprenditori. Come se non ci volessero.

Fare impresa o avviare una partita Iva in un clima del genere non è facile.

Ma se poi dovessi anche finire in difficoltà, apriti cielo: la rigidità dello Stato, il cinismo delle banche e l’assenza di qualsiasi forma di supporto da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, finirà per farti a pezzi. E per la società sarà giusto: infatti grazie alla propaganda politica in un’unica direzione pensano che tu, proprio per il fatto di avere un’impresa, sia un manigoldo. Proprio così: agli occhi di molti sei una brutta persona.

Quindi ti troverai solo, senza alcuna forma di supporto, i tuoi beni personali verranno attaccati, il benessere della tua famiglia verrà messo a repentaglio e, proprio a causa di un sistema folle, se non fai attenzione e non hai dei legali bravi, commettendo delle semplici sviste, potresti addirittura finire in prigione.

Noi di Imprenditore Non Sei Solo non vogliamo più che questo accada.

Non vogliamo più che un imprenditore o un professionista fallisca.

Non vogliamo più che un imprenditore o un titolare di Partita Iva in difficoltà nelle loro imprese si ritrovino da soli senza avere alcuna persona cui rivolgersi.

Vogliamo essere un gruppo di supporto per chiunque, in un’attività di impresa, si ritrovi da solo o in pesanti difficoltà finanziarie.

A volte alcuni di noi azzardano e sbagliano, altre volte commettono errori madornali. Altre volte, a causa di superficialità ed inesperienza, intraprendono delle strategie talmente suicide che in poco tempo quasi tutto il loro valore verrà dissipato. In altri casi ancora, si trovano a dover lottare contro un sistema nel quale se sbagli ad archiviare i dati personali dei clienti, per esempio, potresti venire multato fino al 4% del fatturato annuale.
In quasi tutte queste circostanze il nostro collega si riprenderà un po’ ammaccato e con un po’ meno valore. Avrà imparato una lezione che lo ha reso temporaneamente un pochettino più povero ma anche molto più esperto.

Il problema, invece, è quando queste persone, questi colleghi iniziano ad andare sott’acqua. Resteranno sole, perderanno i loro beni e anche la loro vita familiare verrà messa pesantemente a rischio.

Vogliamo offrire a queste persone in modo totalmente gratuito consulenze, pareri di esperti, affiancamenti, strategie di gestione d’impresa e supporto morale

Vogliamo essere un gruppo di sostegno e di auto aiuto tra gli imprenditori. Ognuno di noi dona una parte del proprio tempo e della propria esperienza per aiutare i colleghi che versano in pesanti difficoltà.
Lo facciamo perché siamo consapevoli che, proprio per l’aberrazione del sistema in cui operiamo, un giorno potrebbe capitare anche a noi e lo facciamo perché vogliamo lasciare ai nostri figli un ecosistema dove fare impresa o avere un’attività professionale non sia più considerato un crimine.

Nel momento in cui appone la propria firma in calce a questo documento, ognuno di noi si impegna a non sfruttare alcuna richiesta o occasione di aiuto come opportunità di vendita o di upselling. Svolgeremo il nostro compito di aiuto al massimo delle nostre abilità con un’attenzione totale al benessere dell’individuo o degli individui che ci troviamo di fronte. Consapevoli che, anche se in quei frangenti doneremo la nostra professionalità senza alcun corrispettivo, l’Universo ci premierà in altro modo fornendoci non solo ulteriori opportunità d’affari ma anche quel benessere che viene solo dall’aver dato il proprio contributo per una nobile causa.

E un bel giorno, se svolgeremo bene il nostro compito, fare impresa nel nostro Paese non sarà più considerato un crimine, avremo uno Stato che ci sostiene, ci ascolta e ci incoraggia, un sistema educativo che sforna talenti e anche, perché no, bravi concorrenti.

E allora avremo benessere per tutti, non solo per le imprese ma anche per tutte le persone che vi gravitano attorno.

Ma questa sarà una battaglia molto lunga e noi la potremo vincere se già da oggi ci impegniamo a non permettere mai più che uno di noi fallisca o, per errori professionali o aziendali, finisca per essere annientato anche personalmente.

Sappiamo che non sarà facile ma noi, pur nella nostra consapevolezza di individui imperfetti, vogliamo dare l’esempio. Siamo convinti che altri migliori di noi, verranno e, assieme, riusciremo a realizzare il nostro scopo.

Imprenditore non sei solo.

4 luglio 2018


Paolo Ruggeri
Enrico Tosco

Condividi:
09/07/2018

Ecco i risultati della prima sessione di Imprenditore Non Sei Solo

Condividi:
09/07/2018

PER TUTTI GLI IMPRENDITORI IN FORTE DIFFICOLTA’ ECONOMICA – PERCORSO COMPLETAMENTE GRATUITO

Qualifica per il programma qualunque imprenditore o professionista che si trovi in difficoltà di tipo economico come testimoniato da procedure concorsuali, istanze fallimentari o bollettini verdi scaduti vecchi di almeno un anno (oh sì, scenderemo in campo con te per aiutarti a sistemarli). Per iscriversi scrivi a info@paoloruggeri.it seguendo le istruzioni al fondo di questo articolo.


PROGRAMMA DEL CORSO


(ogni passo del programma è completamente gratuito, durante l’erogazione dei servizi è vietata qualsiasi forma di upselling).
Ogni iscritto compilerà un’analisi manageriale al fine di evidenziare le aree della managerialità che concorrono a creare una situazione aziendale di difficoltà. Riceverà una piena consulenza via Skype sul risultato prima del suo arrivo.

1 Agosto 2018 PROGRAMMA DELLA GIORNATA


10:00 – 13:00 Introduzione al programma


Paolo Ruggeri: Le 5 aree che possono determinare il cattivo andamento di un’azienda


Inizio dello studio e del coaching sul Corso Management Troubleshooting: un percorso che ti aiuterà a curare le difficoltà che la tua azienda potrebbe avere nell’Offerta di Valore, nelle Finanze, nell’Imprenditore, nelle Risorse umane o nelle Vendite.


13:00 -14:30 Break


14: 30 – 15:45 Enrico Tosco: Correggere la propria Proposta di Valore, Capire i difetti dell’offerta, Costruire un BRAND


15:45 – 16:15 Studio e coaching sul percorso
16:15 -16:45 Break
16:45 – 17:30 Paolo Ruggeri Introduzione all’Analisi Finanziaria: risolvere le aree di difficoltà finanziaria nell’impresa


17:30 – 18:15 Studio e coaching sul percorso
18:15 -18:30 Redazione del piano di attacco


Durante la giornata sia Ruggeri che Tosco che imprenditori esperti dal punto di vista legale e di procedure concorsuali (fallimenti, concordati, ecc) saranno presenti per fornire consulenza gratuita ai partecipanti.


---


Sponsors del programma: Paolo Ruggeri, OSM, Enrico Tosco e il suo gruppo (ma sono in tanti quelli che si sono offerti per aiutare e provvederemo a coinvolgerli tutti).


Per iscriverti, invia una mail a info@paoloruggeri.it con le seguenti informazioni:
- Di cosa si occupa la tua azienda
- Quanto ha fatturato nel 2017
- Perché è in crisi.
-Qual è il problema più grande che percepisci e di che cosa secondo te potresti avere bisogno.


Sarà nostra premura ricontattarti al più presto.


Paolo Ruggeri

Condividi:
07/07/2018

Ieri ho tenuto una presentazione ai manager di FH Hotels Firenze, una piccola ma vivace catena alberghiera Italiana, che include vari Hotel tra Roma e Firenze. 

Abbiamo parlato di etica dell'eccellenza per un manager e, tra le altre cose, ho spiegato che ai fini di una carriera di successo. oggi è importante che i manager non si dimentichino gli aspetti intangibili o spirituali. 

Le slides della mia presentazione sono allegate

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
26/06/2018

Oggi io e Roberto Giangregorio abbiamo tenuto una presentazione su come vendere 1 milione di euro in 1 anno. Roberto ha colto l'occasione per presentare il suo libro mentre io mi sono concentrato su spiegare come, utilizzando il sistema creato da Roberto, sono stato in grado di ottenere vendite milionarie in tanti Paesi del mondo. 

Ho trattato sei punti che ritengo indispensabili per ogni grande venditore. 

Chi desiderasse il nuovo libro di Roberto, lo può ordinare qui https://www.paoloruggeri.it/shop.asp?idp=117 

Io e Roberto il 13 e 14 Settembre terremo un vero e proprio corso di due giornate a Bologna per aiutare ogni partecipante a costruirsi un programma personalizzato per vendere 1 milione in 1 anno. Chi desiderasse iscriversi o richiedere maggiori informazioni può farlo scrivendo a info@osmanagement.it 

Le slides della mia presentazione sono allegate. 

Paolo Ruggeri 



download slidesDownload delle slides
Condividi:
25/06/2018

COME ANDREBBE GESTITA LA RELAZIONE
CON UNA PERSONA DEMOTIVANTE O PERSONA TOSSICA

Con il termine “Persona Demotivante” intendiamo quella persona che, appunto, demotiva gli altri e sembra inimicarsi tutti e con la quale è emerso che il tuo cliente ha delle difficoltà.


La relazione con una persona demotivante andrebbe gestita seguendo un protocollo esatto, come quando si ha a che fare con un individuo o un materiale che, se mal gestito, potrebbe causare dei problemi. Non è che noi si stia cercando di criminalizzare la persona demotivante, spesso questi sono dei poveri cristi, oppure in alcuni casi sono individui che hanno subito pesanti torti. Quello che però c’è da sapere è che una persona demotivante va trattata con una certa cautela altrimenti corri il rischio di demotivarti e sentirti sempre meno bene. La relazione con una persona demotivante può causare notevoli difficoltà ed insuccessi ad un manager.


I passi di questo protocollo sono trattati in modo esaustivo nella dispensa del corso MANUALE GESTIONE SITUAZIONI DI PRESSIONE che è un corso disponibile all'interno della Scuola di Management MBS. Segue comunque un riassunto dei punti principali:


0) Questa relazione è davvero così importante per te? Devi per forza portarla avanti? (Decisamente sì in tutte le relazioni familiari). Se si tratta di una relazione secondaria che porta l’individuo a stare così male, fai sì che lui la interrompa.


Se l’individuo, invece, dovesse rimanere collegato alla persona demotivante sarà aiutato molto se gli fai seguire i seguenti passi:


1) Chiedigli quali sono i motivi per cui la persona demotivante lo attacca o lo critica. Quali sono in altre parole i motivi di critica (che la persona demotivante spesso esprimerà in modo esagerato ed irrazionale). Poi chiedi alla persona “che cosa c’è di vero in ciò che gli dice la persona demotivante”. Fai sì che egli si corregga su questo punto.


La ragione di questo passo è semplice: anche se la persona demotivante esagera di brutto le cose, qualcosa di vero c’è nelle sue critiche. Far sì che la persona lo noti e lo corregga può aiutarla a essere più efficace.


Ipotizziamo che la persona con cui l’esaminato ha dei problemi sia un familiare, il coniuge che si lamenta del fatto che lui è sempre al lavoro. Il coniuge generalizza e casomai esaspera la situazione ma di vero c’è che anche quando è a casa il nostro manager passa delle ore al telefono con i colleghi e si disinteressa della famiglia. Fai sì che metta a posto questa cosa. Perlomeno adesso avrà meno attacchi.


Se l’individuo connesso alla PD avesse dei debiti nei suoi confronti, o si facesse continuamente prestare del danaro, fai sì che la smetta di chiedere altri soldi e cominci a ritornarglielo. Correggi anche cose del tipo l’individuo che usa un genitore come baby-sitter full time per i figli o che viva nella casa del genitore senza fornire alcun tipo di scambio.


In altre parole fai sì che l’individuo corregga le sue lacune che lo portano a subire gli attacchi della persona demotivante. Nel gestire queste persone serve una grande correttezza di fondo che non vuol dire cedere a tutto ma vuol dire farsi un vero e proprio esame di coscienza e sistemare quello che non va.


2) Fai sì che l’esaminato non vada in scontro ed attacchi la persona demotivante. Arrabbiarsi ed andare in scontro con la persona demotivante, anche se sembra portare un po’ di sollievo, in realtà non fa altro che peggiorare le cose. Subito dopo aver avuto uno scontro o un’esplosione con una persona demotivante, ti assale il senso di colpa, diventi inefficiente, fai errori o incidenti (a causa della distrazione) e diventi sempre più succube (il senso di colpa farà sì che la volta successiva che incontri la persona demotivante sarai ancora più disposto a subirla o accettarla). Non te ne accorgi ma a furia di scontri ed esplosioni, diventi sempre più prigioniero della ragnatela.


3) Fai sì che l’esaminato si prepari agli incontri con la persona demotivante e dia per scontato che questi lo criticherà o avrà un basso tono emotivo. Non deve arrabbiarsi o rimanerci male. Deve rendersi conto che questo tipo di persona si comporta proprio così e che lui deve imparare ad essere proattivo (cioè non reagire, ma gestire). L’individuo deve inoltre imparare che quando è con la persona demotivante, non deve mai parlare di sé in quanto questo apre la porta a delle critiche. Quando il centro della conversazione vada su di lui, l’individuo deve fare una domanda su un’altra persona o cambiare discorso in modo elegante.


4) Far sì che l’esaminato non si metta a chiedere consigli o aiuto o conforto morale alla persona demotivante. Quando fa in questo modo la persona demotivante generalmente usa quanto le è stato detto per ritorcerlo contro l’esaminato. La persona demotivante non è un buon consigliere in quanto assieme ai consigli (che potrebbero anche essere giusti) mette anche un po’ di veleno che ti uccide. Parlare alla persona demotivante dei propri problemi o delle proprie difficoltà, generalmente ti attira ulteriori critiche.


5) Far sì che l’esaminato non si limiti a frequentare la persona demotivante ma frequenti anche altre persone che siano positive o di ispirazione e possano compensare il grigiore che un po’ viene addosso frequentando una persona del genere.


Comportandosi come sopra la persona esaminata starà sicuramente meglio e, dopo un po’, dovrebbe affrontare la persona demotivante e chiederle di cambiare atteggiamento oppure elaborare con un coach esperto un piano di gestione e risoluzione. Se la persona tossica dovesse persistere con i suoi modi negativi e fastidiosi ad un certo punto l’esaminato potrebbe ridurre ulteriormente i contatti con lei limitandosi a contatti occasionali. Se, però, questa persona fosse un tuo familiare stretto il mio consiglio è di provare, provare, provare fino a sistemare almeno in parte la relazione.


Nel caso in cui la persona tossica fosse una persona dai modi violenti e che ti aggredisca fisicamente, non utilizzare questo protocollo ma rivolgiti alle Autorità finché sei in tempo.

Paolo Ruggeri 


 

Condividi:
24/06/2018

Oggi pomeriggio ho tenuto una presentazione ad alcune centinaia di persone per la Scuola Apogea circa la costruzione del successo professionale.

Ho parlato di emozioni, di management, di vendita, di mete e ho fornito un excursus delle mie intuizioni ed esperienze come imprenditore. 

Ho sottolineato l'importanza degli aspetti spirituali per il successo materiale e devo dire che mi hanno fatto firmare un sacco di libri ;-) Una grandissima accoglienza. 

Ci tengo a ringraziare la direzione Apogea per l'invito oltre che Mino Cesari e Stefano Pidalà che ha tenuto un intervento che ho molto apprezzato. 

Le slides della mia presentazione sono allegate. 

Paolo Ruggeri 

download slidesDownload delle slides
Condividi:
24/06/2018

Oggi sono stato chiamato a tenere una relazione su come creare valore tramite le persone alla Scuola Apogea. 

Ho ricevuto davvero un benvenuto caloroso e ho incontrato tanti esseri umani e responsabili desiderosi di applicare e di fare la differenza nella società. 

Le slide della mia presentazione sono allegate. 

Paolo Ruggeri 

download slidesDownload delle slides
Condividi:
15/06/2018

TRE EDIZIONI ESPLOSIVE DELLA SCUOLA DI MANAGEMENT MBS PER FARE IL PIENO FINO A FINE ANNO

La Scuola di Management MBS è la prima scuola dove sono gli imprenditori ad insegnare agli imprenditori. Dopo l’edizione del 19 e 20 giugno - dove, tra le altre persone, avremo ospite il Campione Olimpico Patrizio Oliva che ci spiegherà cosa fare quando la vita ti mette all’angolo - abbiamo previsto una serie di edizioni di grande impatto perché vogliamo che i nostri clienti ottengano grandi risultati.


17-18 luglio PASSAGGIO GENERAZIONALE: in questa edizione affronteremo sia il punto di vista dei genitori che delegano, sia quello dei figli che subentrano con delle testimonianze in un senso e nell’altro. Tra gli altri avremo Fausto Flavi di Top Quality Group che ha svolto un lavoro eccezionale nell’avviare i propri figli come manager dell’organizzazione e Andrea Franceschini di Mini Motor Spa che è subentrato al padre portando l’azienda a livelli ancora più elevati. Faranno da contorno a questa edizione due giornate di OSM Kids con la nostra Anna Aulico che terrà per i ragazzi 6-13 diversi workshop su affrontare i bulli, creazione del valore, comunicare con successo e i segreti dell’autostima. Una formazione in tenera età che però, spesso, pone le basi per un futuro completamente diverso. A questa edizione il partner e i figli dell’imprenditore potranno partecipare gratuitamente.


28-29 agosto NON ARRENDERSI MAI: in questa edizione descriveremo le caratteristiche umane e psicologiche degli esseri umani che non si arrendono mai. Tra i relatori: Daniela Gioria https://it.wikipedia.org/wiki/Daniela_Gioria campionessa di Beach Volley, una persona capace di vincere una competizione mondiale pur avendo una mano rotta, una persona che non si arrende mai; Luca Mazzucchelli, Direttore Scientifico di Psicologia Contemporanea: Le Mie 4 Vite, come sono arrivato al successo partendo da zero; Gianluca Zampieri, Responsabile Business Divisione HR Zucchetti SpA: Gianluca è la persona che aiuta le grandi imprese Italiane a ripensare i loro modelli organizzativi e di business per tenere conto dei cambiamenti demografici e di abitudini del personale. Attraverso una fantastica presentazione Gianluca ci farà fare un viaggio virtuale nell’azienda di domani: quali i modelli organizzativi, quali le nuove tendenze, che cosa cercano oggi le persone. Perché non arrendersi mai vuol dire anche guardare al futuro e cogliere le tendenze che ci renderanno vincitori.


20-21 settembre MBS MILLIONAIRE ALL STAR: 12 imprenditori milionari spiegheranno come hanno costruito il loro primo milione di euro:


Pierangelo Maren, Novaltec Group http://www.novaltecgroup.it/ Come ho costruito il mio primo milione
Riccardo Iovino, Edilizia Acrobatica www.ediliziacrobatica.com Come ho costruito il mio primo milione
Giuseppe Blunda, Mio Mercato http://www.miomercato.eu/ Come ho costruito il mio primo milione
Claudio Ongis, CMO SpA, www.cmo.it Come ho costruito il mio primo milione
Patrizio Cappella, ACB-Ortelli, www.acbsrl.it Come ho costruito il mio primo milione
Davide Baldi, One4 CH e investitore http://www.moneyhouse.ch/it/p/davide-baldi Come ho costruito il mio primo milione
Winston Sinibaldi, Gardahaus, https://gardahaus.it/it/ Come ho costruito il mio primo milione
Andrea Condello, OSM, www.andreacondello.it Come ho costruito il mio primo milione
Olindo Cren, Atmosphera, https://www.facebook.com/atmospheraristorantepizzeria/?ref=br_rs Come ho costruito il mio primo milione
Hristo Mavroski, International Investor, https://www.iphoneplace.com/ Come ho Costruito il mio primo milione


In occasione di questa edizione speciale della MBS Millionaire verrà consegnato a ogni partecipante un nuovo manuale MBS compilato ad hoc con il sunto delle esperienze degli oltre 30 imprenditori milionari che si sono alternati sui palchi della Scuola MBS. Verrà inoltre lanciato un nuovo Corso MBS: Come Costruire il Primo Milione di euro, il più difficile.

---


Ovviamente non ci saranno solamente interventi ma anche coaching, studio personalizzato, esperti a disposizione oltre che interazione e networking in un ambiente di imprenditori e manager di grande successo che sono disposti a condividere le proprie esperienze.

Per maggiori informazioni scrivere a info@osmanagement.it 

Condividi:
14/06/2018

Ieri ho tenuto una presentazione al Master di Maison 22 Academy ad un gruppo di professioniste nel settore dell'estetica. Si è parlato di gestione del personale, di vendita e di gestione dell'attività imprenditoriale. 

Come parte della presentazione ho presentato un programma formativo che organizzeremo assieme a Valentina Tecchio e il suo gruppo. Il programma avrà inizio il giorno 16 Settembre a Verona. Maggiori informazioni qui: 

https://us12.campaign-archive.com/?u=592421f5c0ace22f4c810a830&id=b8a5c9176f 

Per chi tra le partecipanti avesse la necessità del Protocollo di Gestione della Persona Demotivante, può scriverci a info@paoloruggeri.it e glielo faremo avere prontamente. Inoltre nei prossimi giorni il nostro staff sarà a disposizione per chiarire qualsiasi dubbio le persone possano avere riguardo alla loro analisi I-Profile. 

Le slides della mia presentazione sono allegate. 

Paolo Ruggeri 

 

download slidesDownload delle slides
Condividi:
08/06/2018

Ieri, assieme a Alessandro Adamo, AD del Lecce Calcio neo promosso in Serie B e Antonio Magri' di Nuovarredo https://www.nuovarredo.it/ , la quinta società Italiana per quel che riguarda la vendita di mobili e una delle migliori imprese di tutta la Puglia, ho tenuto una presentazione su COME COSTRUIRE UN'AZIENDA MILIONARIA. 

Abbiamo avuto una grandissima partecipazione ed è stato un piacere confrontarsi con dei leader di grande qualità oltre che ascoltare degli aneddoti davvero interessanti, tipo quella dell'allenatore fantastico del Francavilla Calcio (tre promozioni di fila) che voleva alle riunioni tecniche della squadra anche l'autista dei pulman o che, alcune volte prima di una partita, chiedeva di dormire allo stadio. 

E poi, ovviamente, abbiamo parlato di come costruire imprese di successo. 

Il nostro messaggio nel complesso: ANCHE IN PUGLIA, se lo desideri davvero, è possibile costruire aziende milionarie. 

Sarò di ritorno a Lecce il 30 Luglio 2018 per il Corso Gestione Finanziaria. Per tutte le informazioni sul corso, dove spiegherò i sistemi che utilizzo per gestire le finanze delle mie aziende, contattate OSM Partner Lecce o scrivete a info@paoloruggeri.it 

Le slide della mia presentazione sono allegate

L'amore è la forza che muove il mondo, ma puoi provare vero amore solo dopo che hai riscoperto la fede. 

Paolo Ruggeri 


 

download slidesDownload delle slides
Condividi:
25/05/2018

10 CARATTERISTICHE CHE I MILIONARI RITENGONO ESSENZIALI

In occasione dell’edizione di Maggio della Scuola di Management MBS, sei imprenditori milionari hanno condiviso le azioni vincenti che li hanno portati a costruire il loro primo milione di euro. Tra gli interventi c’erano dei temi ricorrenti, dieci in particolar modo (non in ordine di importanza):


1) FAME, VOGLIA, DETERMINAZIONE, NON ARRENDERSI MAI
Le storie dei milionari vanno dalla persona che, non avendo il denaro per comprarsi la prima bici, ne trova una senza gomme in una discarica e al posto delle gomme mette una canna dell’acqua di plastica dura cosi’ da farla funzionare, alla persona che faceva il lavapiatti e andava a casa in autostop ma sapeva che varebbe ottenuto grandi risultati, a quello che afferma che non bisogna arrendersi MAI MAI MAI.


2) DESIDERIO DI ESSERE IL N.1 NEL PROPRIO SETTORE
“Cercare di diventare il numero 1 in qualsiasi cosa che fai”, “puntare a diventare il miglior service Ferrari nel mondo”, “Diventare la prima azienda in Italia, subito dopo i giganti, nella generazione di energia pulita”, qualunque sia il loro settore troverai che gli imprenditori che diventano milionari, hanno il desiderio di fare qualcosa di straordinario e che li faccia emergere vincenti da una competizione.


3) COLLABORARE (ANCHE GRATIS) CON SOCI DA CUI HO DA IMPARARE
La quasi totalità degli imprenditori che sono diventati milionari ha svolto un periodo di apprendistato di diversi mesi o di anni con i maestri migliori del mondo nei loro settori, sia che questo sia stato un periodo di lavoro gratis o l’aver costituito una società con loro. Se fai società con qualcuno cerca di farla con qualcuno da cui puoi imparare qualcosa. Sii disposto ad andare a imparare dai migliori del mondo nel tuo settore.


4) ATTORNIARSI DI PERSONE CAPACI CHE NON CRITICHINO E CHE CREDANO IN ME
Gli imprenditori che diventano milionari affermano che è essenziale attorniarsi delle persone giuste e fuggire velocemente da quelle sbagliate. Uno di loro afferma che “Quando sento che i miei soci non credono più in me, il business è concluso”. Tutti concordano che sia fondamentale attorniarsi di persone che credano in noi e di allontanarsi da persone che non credono in noi. Trovare i soci o i collaboratori giusti è importantissimo.


5) INNOVARE NON IL PRODOTTO MA IL MODELLO DI BUSINESS DEL PROPRIO SETTORE
Si va dal ristoratore che ha costruito una squadra di “camerieri venditori”, a chi ha costruito un business nel retail comprando ad un prezzo decisamente scontato gli avanzi di magazzino dei concorrenti, per rivenderli in altre parti del mondo, al venditore immobiliare che quando ha un lead si reca a casa dei clienti invece che aspettarli. Tutti i milionari rivoluzionano in qualche modo il processo principale di business del proprio settore. In alcuni casi capiscono anni prima dove andrà il loro mercato e si mettono a fare immediatamente qualcosa di rivoluzionario.

6) CONTROLLO DEI NUMERI MANIACALE
Ogni imprenditore che diventa milionario ha un controllo totale sui numeri della sua azienda. Conosce quali siano i costi di produzione del suo prodotto e il livello di fatturato necessario da raggiungere per poter guadagnare. Se gli aspetti finanziari o conoscere i margini non ti piace sarà difficile che tu riesca a diventare milionario.

7) SELF IMPROVEMENT – SENTIRSI INADEGUATO
Ogni imprenditore milionario afferma che il fatto di sentirsi sempre inadeguato, e quindi con necessità di apprendere informazioni nuove, non importa il successo che si è ottenuto, sia una caratteristica importantissima. Si va dall’imprenditore quotato in borsa che racconta che ai tempi in cui venne assunto come dirigente in una grande impresa, si recò a fare un concorso da dirigente in una società municipalizzata per assicurarsi di essere DAVVERO bravo per il ruolo, a quello che è appassionato di letture di management, a chi partecipa a innumerevoli corsi di formazione. C’è anche chi afferma che “serva molto anche rifare la stessa formazione che si è già fatto. Quello che è importante è continuare a imparare”. Se vuoi diventare milionario, diventa innanzi tutto un fan del self improvement.

8) AVERE UN CONIUGE CHE TI SOSTIENE
La quasi totalità degli imprenditori afferma come l’avere un rapporto eccezionale con un coniuge che ti sostiene abbia contribuito in modo molto importante al loro sviluppo e al loro successo.



9) FARE SCELTE CORAGGIOSE, NON AVERE PAURA
Secondo alcuni bisogna avere il coraggio di accettare una sfida, altri affermano che bisogna capire “il livello massimo di rischio che può correre la nostra azienda e portarla a quel livello”, altri che quando le cose non vanno bene con i propri soci, bisogna avere il coraggio di fare un cambiamento, altri ancora che serve anche coraggio, quando un’attività non stia andando bene, per decidere di tagliare il ramo secco e dedicarsi ad altro. Fatto sta che gli imprenditori milionari sono arrivati dove sono oggi perché hanno avuto la forza di prendere decisioni coraggiose.


10) AVERE FEDE, INTEGRITA’ O UN SISTEMA DI VALORI FORTI
Integrità, mantenere gli accordi a tutti i costi, avere dei valori forti che rispettiamo, un comportamento etico che scaturisca da una fede religiosa. Tutti gli imprenditori milionari affermano che questo li abbia aiutati in modo davvero importante.


Paolo Ruggeri



download slidesDownload delle slides
Condividi:
15/05/2018

Oggi, su richiesta di Open Source Management Emilia Romagna, ho tenuto una presentazione ad un gruppo di imprenditori a Bologna. 

Ho apprezzato molto gli interventi di Andrea Franceschini di Mini Motor e di Valeria Viaggi di Studio Dentistico Viaggi che hanno descritto le azioni vincenti che hanno permesso loro di incrementare i fatturati. 

Le slides della mia presentazione sono allegate. 

Paolo Ruggeri 

download slidesDownload delle slides
Condividi:
08/05/2018

Abbiamo condotto un'indagine anonima su una ventina di imprenditori le cui aziende erano andate in dissesto, chiedendo loro di mettere in ordine da più importante al meno importante, i fattori che più avevano contribuito al loro dissesto. Questa la loro classifica: 

1) Fidarsi delle persone sbagliate: soci, partner o collaboratori sbagliati. Te lo senti ma continui ad ignorarlo, fino a quando non salti.  

2) Gestione Finanziaria poco attenta. Non ti piacciono le finanze e quindi le fai gestire a qualcun altro, oppure non ti occupi della gestione fiscale e lasci fare tutto al commercialista. Oppure ancora non conosci l'incidenza dei costi fissi sul fatturato dell'azienda...  

3) Superficialità nella gestione da parte del titolare. Non affronti le persone, deleghi le cose importanti, sei iper creativo, vedi che alcune cose dovrebbero essere sistemate e non le affronti. 

4) Mancanza di lead o di clienti interessati: la proposta di valore dell'azienda è inadeguata o non la promuovi nel modo giusto. Fatto sta che i clienti non ci sono.  

5) Scarsa attenzione agli aspetti legali: non ti curi dei contratti o delle leggi sul lavoro o di alcuni aspetti fiscali, non proteggi i marchi o i brevetti e un bel giorno avviene l'irreparabile. 
  
6) Difficoltà di vendita: hai tutto giusto ma non sei bravo a vendere o non hai attirato almeno una persona in azienda che è un drago in questa importantissima attività.

Il 5 Giugno, a Bologna continueremo il programma formativo completamente gratuito IMPRENDITORE NON SEI SOLO dedicato alle aziende o agli imprenditori che stanno vivendo un momento di dissesto. Metteremo a disposizione consulenza marketing, gestionale, legale e commerciale. 

Per iscrizioni, scrivete a info@paoloruggeri.it 

Paolo Ruggeri 
Condividi:
11/04/2018

Ieri, assieme a Gianluca Zampieri e Alessandro Alberti di Zucchetti SpA ho tenuto una presentazione a un gruppo di consulenti del lavoro circa la necessità di reinventare lo Studio Professionale. 

In particolare mi sono dedicato alla selezione e gestione delle risorse umane. Ho coperto 4 strategie: 

1) Uscire dalla Zona di Comfort 
2) Inseguire delle Mete 
3) Prima Chi, Poi Che Cosa 
4) Studia: migliora te stesso

Le diapositive della mia presentazione sono allegate. 

I prossimi interventi tenuti in Lombardia saranno: 

Corso Leadership e Gestione del Personale, tenuto a Milano nei giorni 15 e 16 Maggio dove si approfondirà il tema dell'attrarre, motivare e gestire i collaboratori. 

Corso Il Professionista del Futuro che terrò a Milano il giorno 13 Giugno e che tratterà di Strategia, Marketing, Vendite e Gestione dei Collaboratori per lo Studio Professionale che voglia crescersi. 

Un ringraziamento alla Zucchetti per averci ospitato in una location fantastica. 

Paolo Ruggeri  

download slidesDownload delle slides
Condividi:
09/04/2018

PER TUTTI GLI IMPRENDITORI CHE SI SENTISSERO IN CRISI O FOSSERO IN DIFFICOLTA’ ECONOMICA – PERCORSO COMPLETAMENTE GRATUITO

Il percorso di correzione si estende su due giornate e include seminari, incontri con esperti, studio e allenamento.

Qualifica per il programma qualunque imprenditore o professionista che si trovi in difficoltà di tipo economico come testimoniato da procedure concorsuali, istanze fallimentari o bollettini verdi scaduti vecchi di almeno un anno (oh sì, scenderemo in campo con te per aiutarti a sistemarli). Per iscriversi scrivi a info@paoloruggeri.it seguendo le istruzioni al fondo di questo articolo.

PROGRAMMA DEL CORSO

(ogni passo del programma è completamente gratuito, durante l’erogazione dei servizi è vietata qualsiasi forma di upselling).
Ogni iscritto compilerà un’analisi manageriale al fine di evidenziare le aree della managerialità che concorrono a creare una situazione aziendale di difficoltà. Riceverà una piena consulenza via Skype sul risultato prima del suo arrivo.

5 Maggio 2018 PROGRAMMA DELLA GIORNATA


10:00 – 13:00 Introduzione al programma

Paolo Ruggeri: Le 5 aree che possono determinare il cattivo andamento di un’azienda

Inizio dello studio e del coaching sul Corso Management Troubleshooting: un percorso che ti aiuterà a curare le difficoltà che la tua azienda potrebbe avere nell’Offerta di Valore, nelle Finanze, nell’Imprenditore, nelle Risorse umane o nelle Vendite.

13:00 -14:30 Break

14: 30 – 15:45 Enrico Tosco: Correggere la propria Proposta di Valore, Capire i difetti dell’offerta, Costruire un BRAND

15:45 – 16:15 Studio e coaching sul percorso
16:15 -16:45 Break
16:45 – 17:30 Paolo Ruggeri Introduzione all’Analisi Finanziaria: risolvere le aree di difficoltà finanziaria nell’impresa

17:30 – 18:15 Studio e coaching sul percorso
18:15 -18:30 Redazione del piano di attacco


Durante la giornata sia Ruggeri che Tosco che imprenditori esperti dal punto di vista legale e di procedure concorsuali (fallimenti, concordati, ecc) saranno presenti per fornire consulenza gratuita ai partecipanti.


5 Giugno 2018 PROGRAMMA DELLA GIORNATA


10:00 – 11:00 Paolo Ruggeri: Le persone che ti possono far fallire e come fare a gestirle

11:00 -11:45 Studio e coaching sul percorso
11:45 – 12:15 Break

12: 15 -13:15 Paolo Ruggeri: Cause Interne – quali i comportamenti dell’imprenditore che potrebbero rallentare l’azienda

14:30 – 15:45 Enrico Tosco: Come riattivare immediatamente clienti e potenziali clienti; Costruire campagne efficaci sui Social Network

15:45 – 16:15 Studio e coaching sul percorso
16:15 -16:45 Break
16:45 – 18:00 Studio e coaching sul percorso.



---

Sponsors del programma: Paolo Ruggeri, OSM, Enrico Tosco Hotlead (ma sono in tanti quelli che si sono offerti per aiutare e provvederemo a coinvolgerli tutti).


Per iscriverti, invia una mail a info@paoloruggeri.it  con le seguenti informazioni:
- Di cosa si occupa la tua azienda
- Quanto ha fatturato nel 2017
- Perché è in crisi.
-Qual è il problema più grande che percepisci e di che cosa secondo te potresti avere bisogno.

Sarà nostra premura ricontattarti al più presto.

Paolo Ruggeri 

Condividi:
Pagina 1 di 54 > | >>Vai a pagina: 1-2-3-4-5-6-7-8-9-10-11-12-13-14-15-16-17-18-19-20-21-22-23-24-25-26-27-28-29-30-31-32-33-34-35-36-37-38-39-40-41-42-43-44-45-46-47-48-49-50-51-52-53-54
Categorie

ARTICOLI