X Il sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo il banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.
Pagina 1 di 2 > | >>
09/04/2018

PER TUTTI GLI IMPRENDITORI CHE SI SENTISSERO IN CRISI O FOSSERO IN DIFFICOLTA’ ECONOMICA – PERCORSO COMPLETAMENTE GRATUITO

Il percorso di correzione si estende su due giornate e include seminari, incontri con esperti, studio e allenamento.

Qualifica per il programma qualunque imprenditore o professionista che si trovi in difficoltà di tipo economico come testimoniato da procedure concorsuali, istanze fallimentari o bollettini verdi scaduti vecchi di almeno un anno (oh sì, scenderemo in campo con te per aiutarti a sistemarli). Per iscriversi scrivi a info@paoloruggeri.it seguendo le istruzioni al fondo di questo articolo.

PROGRAMMA DEL CORSO

(ogni passo del programma è completamente gratuito, durante l’erogazione dei servizi è vietata qualsiasi forma di upselling).
Ogni iscritto compilerà un’analisi manageriale al fine di evidenziare le aree della managerialità che concorrono a creare una situazione aziendale di difficoltà. Riceverà una piena consulenza via Skype sul risultato prima del suo arrivo.

5 Maggio 2018 PROGRAMMA DELLA GIORNATA


10:00 – 13:00 Introduzione al programma

Paolo Ruggeri: Le 5 aree che possono determinare il cattivo andamento di un’azienda

Inizio dello studio e del coaching sul Corso Management Troubleshooting: un percorso che ti aiuterà a curare le difficoltà che la tua azienda potrebbe avere nell’Offerta di Valore, nelle Finanze, nell’Imprenditore, nelle Risorse umane o nelle Vendite.

13:00 -14:30 Break

14: 30 – 15:45 Enrico Tosco: Correggere la propria Proposta di Valore, Capire i difetti dell’offerta, Costruire un BRAND

15:45 – 16:15 Studio e coaching sul percorso
16:15 -16:45 Break
16:45 – 17:30 Paolo Ruggeri Introduzione all’Analisi Finanziaria: risolvere le aree di difficoltà finanziaria nell’impresa

17:30 – 18:15 Studio e coaching sul percorso
18:15 -18:30 Redazione del piano di attacco


Durante la giornata sia Ruggeri che Tosco che imprenditori esperti dal punto di vista legale e di procedure concorsuali (fallimenti, concordati, ecc) saranno presenti per fornire consulenza gratuita ai partecipanti.


5 Giugno 2018 PROGRAMMA DELLA GIORNATA


10:00 – 11:00 Paolo Ruggeri: Le persone che ti possono far fallire e come fare a gestirle

11:00 -11:45 Studio e coaching sul percorso
11:45 – 12:15 Break

12: 15 -13:15 Paolo Ruggeri: Cause Interne – quali i comportamenti dell’imprenditore che potrebbero rallentare l’azienda

14:30 – 15:45 Enrico Tosco: Come riattivare immediatamente clienti e potenziali clienti; Costruire campagne efficaci sui Social Network

15:45 – 16:15 Studio e coaching sul percorso
16:15 -16:45 Break
16:45 – 18:00 Studio e coaching sul percorso.



---

Sponsors del programma: Paolo Ruggeri, OSM, Enrico Tosco Hotlead (ma sono in tanti quelli che si sono offerti per aiutare e provvederemo a coinvolgerli tutti).


Per iscriverti, invia una mail a info@paoloruggeri.it  con le seguenti informazioni:
- Di cosa si occupa la tua azienda
- Quanto ha fatturato nel 2017
- Perché è in crisi.
-Qual è il problema più grande che percepisci e di che cosa secondo te potresti avere bisogno.

Sarà nostra premura ricontattarti al più presto.

Paolo Ruggeri 

Condividi:
18/03/2016

Oggi sono stato a Torino per I-Profile e ho tenuto una presentazione sulle cinque azioni che accomunano le imprese italiane che crescono rapidamente. 

Per tutti i partecipanti, ecco le informazioni sul Corso The New Leaders dove approfondirò come essere imprenditori oggi: 

http://www.opensourcemanagement.it/thenewleaders/milano/ 

Le slide della mia presentazione sono allegate. 

Paolo Ruggeri 

download slidesDownload delle slides
Condividi:
27/12/2015

A causa di pressione fiscale, svantaggi legati all'Unione Europea, alto costo del lavoro e inefficienza del sistema, l'Italia oggi è uno dei Paesi del mondo dove è più difficile fare impresa. 

Ma tutte le difficoltà del sistema non devono impedirci di vedere che esistono anche tante imprese che, essendo al passo con i tempi e adottando le giuste tecniche di management, riescono a mettere a punto dei risultati straordinari. 

In questo senso la storia di Pino Drago di Mondo senza Glutine è affascinante. Pino, affetto da celiachia, stanco di dover passare quasi come un malato quando deve richiedere gli alimenti senza glutine nelle farmacie, decide di trovare una soluzione alla sua condizione. La trova e la mette a disposizione della comunità. 

Nasce così Mondo Senza Glutine www.mondosenzaglutine.com un negozio specializzato per la vendita di prodotti senza glutine destinati elettivamente ai soggetti intolleranti (celiaci) e/o con patologie connesse. Grazie al duro lavoro di Pino e del suo team e grazie all'efficacia del loro marketing, il concetto prende piede rapidamente. In soli tre anni, grazie alla formula del free franchising (un'altra innovazione del team di Pino Drago), nascono punti vendita Mondo Senza Glutine dal Piemonte alla Sicilia, rendendo l'azienda effettivamente uno dei player più importanti del mercato. 

"Nel business ho sempre avuto il coraggio di andare contro corrente - afferma Pino -. Nasco nell 83 e a 18 anni termino il liceo scientifico. Decido di buttarmi nell edilizia: un flop economico. Ma qualche anno dopo mi accorgo che il flop mi ha dato un'esperienza incredibile, poi dalla mia celiachia è nato tutto". Un esempio di come, a volte, dietro alle difficoltà della vita si nascondano se riesci ad essere forte delle grandi opportunità.

Mentre in molti si lamentano delle difficili condizioni per le imprese in Italia, Mondo senza Glutine, dalla Sicilia utilizzando dei principi di management moderni arriva ad aprire ben 70 punti vendita in Italia, diventando di fatto uno dei leader nazionali nel settore. Molte le lezioni da apprendere: 

1) Un fallimento non è definitivo ma è solo parte di un percorso evolutivo. Tutti forse ne necessitiamo uno. 

2) A volte dietro una grande difficoltà (la celiachia, nel caso di Pino), si nasconde una grande opportunità. 

3) Il mondo vuole alimenti sani!!!! Bio, senza glutine, vegano, ecc, ecc sono tendenze che nel futuro vinceranno alla grande. 

4) Il franchising si affermerà sempre più come strumento di distribuzione anche nel nostro Paese. 

5) E nonostante tutto il successo, Pino continua a rimanere una bella persona, umile, determinata e coraggiosa. Questa, forse, la lezione più importante. 

Non importa dove la tua impresa è oggi. Con le giuste tecniche di management si possono ottenere risultati spettacolari. 

Paolo Ruggeri 


Condividi:
24/04/2015

Ieri sera, di fronte a una platea bella e vivace, ho partecipato alla serata di lancio di I-Profile Chieti, www.i-profilech.it la nostra nuova sede finalizzata a dare servizio alle aziende del Centro Sud dell'Abruzzo e del Molise. 

I nostri partner locali, Angelina Castillenti e Mario Tasso, sono persone eccezionali, imprenditori e manager con decenni di esperienze di successo. 

Durante la mia presentazione ho parlato di come si cresce nonostante la crisi. 

Le diapositive dell'intervento (in PDF) sono allegate. Se necessitate il PPT, scrivete pure a info@paoloruggeri.it 

Paolo Ruggeri 

download slidesDownload delle slides
Condividi:
29/10/2014

Ecco la mia presentazione di questa sera all'Hotel Cosmopolitan di Civitanova Marche, ospite di Radio Linea. 

Le aziende che rimangono in crisi in Italia in questo momento non hanno capito che alcuni strumenti e paradigmi non sono più adatti ai tempi che sono. 

Diapositive allegate. 

Paolo Ruggeri 

download slidesDownload delle slides
Condividi:
28/08/2014

Viviamo in un mondo pieno di opportunità. Penso a tutti quelli che si occupano di internet e di App. Tutto si muove in questa direzione. Penso a tutti quelli che lavorano nel campo della salute e della bellezza. La consapevolezza di voler vivere meglio ormai si sta diffondendo davvero a macchia d’olio. Penso a tutti coloro che lavorano con i paesi in via di sviluppo. Lì c’è solo l’imbarazzo della scelta!

Peccato che la maggior parte delle persone finisca per parlare di crisi, si lamenti di Renzi, di Equitalia, del proprio lavoro… Il fatto è che le persone soffrono e si lamentano perché sono riluttanti a cambiare. Ma purtroppo per loro il mondo è proprio cambiato. Il ciclo di vita di un’azienda è più breve, il business è più veloce e più corto. Se ti arriva una richiesta di informazioni oggi hai tempo 1 giorno per rispondere. Se tardi a farlo il potenziale cliente sarà svanito, si sarà scordato di averti mandato la mail o avrà chiesto aiuto al tuo concorrente.

Chi capisce in che direzione si muovono i soldi sarà destinato ad arricchirsi. E’ stato stimato che in Europa tra 10 anni il 70% della ricchezza sarà detenuta da chi ha più di 55 anni. Sono loro i tuoi prossimi clienti. Quale potrebbe essere il mio consiglio? Investire nelle aziende che producono le protesi, ad esempio. Perché la vita è sempre più lunga e il fisico inesorabilmente si logora, ma tutti siamo disposti a spendere quando si tratta della nostra salute fisica.

Esistono due modi di vedere le cose. In Italia ci lamentiamo e la gente scende in piazza perché nell’edilizia sono stati persi 250'000 posti di lavoro. A Miami alcuni imprenditori ebraici hanno acquistato tutti i capannoni dismessi di Wynwood, un quartiere povero della città. Hanno trasformato i capannoni in gallerie d’arte ridipingendo le facciate degli edifici, rendendo loro stessi delle opere d’arte. Wynwood adesso è una zona Inn. Dal 2010 il prezzo delle case del quartiere è cresciuto a dismisura e sale con una media del 30% ogni anno.

Il denaro si muove in questa direzione. Se non vuoi rischiare di andare dall'altra e ritorvarti in un vicolo cieco dovrai lavorare su 5 fattori. Eccoli qui:

1) Il tuo livello di tono
Per avere un alto livello di tono devi lavorare su 3 aspetti. Mente corpo e spirito. Ricorda che chi odia o serba rancore è destinato a finire in macere. “Odiare è come bere del veleno e aspettare che l’altro muoia”. L’armonia e l’amore sono le forze che guidano il mondo e portano alla prosperità. Questa è una verità ripetuta da tutti i grandi (nella Bibbia, nel Buddismo…Gandhi…). Guarda a chi serba rancore oggi e vedrai il povero di domani.
Sappi che tu non sei il tuo denaro, non sei le tue proprietà. Tu sei i tuoi progetti, i tuoi sogni. Le persone che si lamentano della crisi, o dello stato, spesso sono proprio quelle che non riescono ad arrivare al successo. Si sentono toccati nei soldi, nei loro avere. Ma non hanno capito che loro non sono fatti di quello e sono turbati dalle vicissitudini che li circondano. Vivi sempre nel futuro. Non nel presente. Ovvio, se oggi hai problemi di soldi ti devi dare da fare, alza il telefono, chiama i fornitori, stimola i venditori, ma non rimanere troppo ancorato al presente.

2) Le tue Earning abilities
Qual è il tuo secondo bene più importante? (Il primo, a mio avviso, è la tua energia vitale). Il tuo secondo bene è la tua capacità di guadagnare denaro. Devi porti la domanda: perché la gente mi paga? Pensando al mio caso specifico potrei dire perché sono bravo a selezionare le persone per le aziende e a motivarle. Ma un tempo queste cose non le sapevo fare. Non sapevo parlare in pubblico, ma poi l’ho imparato e sono finito ad insegnarlo ai miei clienti. Non conoscevo il mercato statunitense, poi sono stato là e adesso aiuto le aziende italiane a sbarcare con successo sul mercato USA. Quando è stata l’ultima volta che hai imparato qualcosa di nuovo? Le persone che hanno soldi continuano ad aggiungere abilità a quello che già sanno fare. Se ad esempio hai 50 anni, perdi il lavoro e non sai usare il computer bhe….sarà dura!


GUADAGNARE SOLDI


3) La legge di causa effetto
Per ogni effetto esiste una causa. E quella causa sei tu. Se in Italia il 10% delle persone detiene il 45% della ricchezza un motivo ci sarà. Se vuoi guadagnare di più vai da chi guadagna il doppio di te e poi fai esattamente quello che ti dice. A volte incontro gente che non ha soldi e vuole insegnare a me come guadagnare…oppure consulenti che vogliono indicare agli imprenditori a fare i soldi e poi girano con la macchina scassata…come possono pretendere di insegnare qualcosa?! È’ mai successo anche a te di conoscere queste persone?


4) La legge del 3
Fai una lista di tutte le attività che hai svolto nel mese di luglio. Segna tutto. Ecco… se di quelle attività potessi sceglierne solo una quale di quelle contribuirebbe di più ai tuoi guadagni? Ok…adesso scegli nell’ordine la seconda, poi la terza. Sono sicuro che il 90% delle tue entrate derivano da queste 3 attività.


5) Il Focus: la tua capacità di decidere quello che vuoi fare
Negli Stati Uniti hanno fatto un esperimento. Hanno selezionato 2 tipologie di persone: persone facoltose e persone indigenti. Hanno incominciato a telefonare loro giorno e notte chiedendo cosa stessero pensando in quel momento. La maggior parte delle persone più abbienti ha risposto che stava pensando a come raggiungere i propri obiettivi. Quelle meno prospere invece stavano rimuginando sui loro problemi, sulle loro difficoltà, sulle loro sfighe.
Se hai chiaro cosa vuoi diventi una potente calamita, anzi, meglio, sei tu ad essere calamitato verso quella cosa. Quindi SCRIVI le tue mete e gli obiettivi che ti poni.


Devi sapere che il nostro cervello non ci permette di vedere tutto. O meglio, lui percepisce tutto ma archivia la maggior parte delle informazioni e lascia passare solo quelle più rilevanti per non mandarti in sovraccarico. Pensaci: hai deciso di comprare l’auto e stai andando dal concessionario. Cosa vedrai sulla strada? Esatto! Tutte le auto di quel modello. Le vedevi anche prima, è vero, ma il tuo cervello non si focalizzava su di loro. Quindi SCRIVI le tue mete e scrivile in modo che anche un bambino di 6 anni potrebbe capire se le hai raggiunte o meno. Mi raccomando: devi fare una fotografica analitica del tuo futuro (“ho una villa di 3 piani con la piscina”, “ho un’azienda composta da 50 persone”).


Adesso hai capito in che direzione si stanno muovendo i soldi? Hai chiaro come raggiungerli?


Paolo Ruggeri




download slidesDownload delle slides
Condividi:
12/06/2014

“Non sopravvive il più forte o il più intelligente, ma chi si adatta più velocemente al cambiamento”(Charles Darwin). Ce lo ha insegnato la natura con le famose parole del padre dell'evoluzionismo: solo chi è capace di cambiare sopravvive.

In periodi di crisi economica come questi esistono due fattori che ti permettono di fare la differenza nel mercato: ovvero la velocità e la capacità di adattamento alla nuova situazione. E’ in questi momenti di instabilità finanziaria, infatti, che continuano a cambiare le “regole del gioco” che chi prima le intuisce e si adatta, ha successo. Le abitudini dei consumatori e le loro esigenze cambiano a velocità inimmaginabili.

Per fare qualche esempio semplice, pensa ad oggetti comuni: ad esempio la “sveglia”, se tu fossi un produttore di sveglie oggi, non saresti troppo contento, perché con l’avvento dei cellulari la “sveglia” è diventata un oggetto sempre meno comune e richiesto, ma di esempi come questo ce ne sono a centinaia.

Altro esempio: solo 10 anni fa tutti invidiavano un marchio molto famoso, che all’epoca sembrava intramontabile, “BLOCKBUSTER”. L’azienda di vendita e noleggio DVD e videocassette è fallita qualche tempo fa.

Quindi: qual è la chiave per battere la crisi? La velocità di capire il mercato e la velocità di adattare la tua offerta al mercato. Tornando all’esempio di BlockBuster, se l’azienda si fosse mossa VELOCEMENTE passando da una rete di distribuzione basata sui negozi, ad una basata sulla distribuzione di film online. Erano leader di mercato ma non si sono adattati al cambiamento, sono andati avanti per inerzia continuando a fare quello che avevano sempre fatto senza reinventarsi, e questo ne ha determinato il fallimento.

Il mercato cambia velocemente, perdersi in piani dettagliati significa ipotizzare a tavolino possibilita' che possono non verificarsi mai. E’ piu' utile essere flessibili per cogliere ogni opportunita'. 
Il punto centrale del  messaggio è: per fare tanti utili oggi devi imparare a fare tante cose velocemente. Devi essere più veloce e la rapidità del tuo pensiero e delle tue decisioni è uno dei fattori da prendere in considerazione.

Qualche mese fa parlavo con un manager che mi ha detto: sai, sono sicuro che aprire quel nuovo mercato farebbe davvero la differenza. Ne abbiamo anche dei buoni segnali e avremmo anche delle alleanza, adesso dobbiamo solo aspettare che i tempi maturino. Bene, adesso quel mercato lo ha già preso qualcun altro.

L’unica idea vincente che esista al mondo è l’idea che viene messa in opera ORA! Quando si deve andare a fare un cliente nuovo? ORA....se lo hai pensato vuol dire che a tuo modo hai captato che era il momento .Quand’è il momento di aprire un nuovo mercato? ORA! Tutte le attività vincenti sono quelle messe in campo ORA non quelle studiate bene Naturalmente partire allo sbaraglio senza aver fatto 2 conti è da pazzi ma non devi perderti in troppi fronzoli quando c’è un piatto caldo che ti aspetta.

Nel momento in cui io vedi un’opportunità, indovina un po’? Anche qualcun altro l’ha vista...adesso è partito il conto alla rovescia perchè l’opportunità potrà coglierla solo uno dei due. Indovina chi la coglierà? Chi parte ADESSO.

Paolo Ruggeri





evoluzione azienda

Condividi:
30/04/2014

“L’arte della guerra” di Sun Tzu è un famosissimo trattato di strategia militare ed è tornato alla ribalta perché in molti vedono nella competizione tra le aziende una sorta di conflitto, al limite con quello militare, in cui l'obiettivo è conquistare quote di mercato e non territori, in cui le armi sono la comunicazione e il marketing, in cui strategie e tattiche hanno un'importanza primaria e dove il funzionamento dell' esercito/impresa gioca un ruolo fondamentale.

Andiamo ad analizzare gli elementi indispensabili per vincere questa battaglia:

DECISIONE: Per avere molti clienti nuovi devi VOLERLO davvero! Spesso nelle nostre aziende sentiamo dire che oggi fare nuovi clienti è rischioso, perché poi non pagano, creano tanti problemi, devo uscire dalle mie aree di comfort per soddisfare queste nuove esigenze. Bene, tutte queste sono idee virus, idee auto-limitanti e NON SONO AMMESSE.

PREPARAZIONE: devi continuamente investire sul migliorare i tuoi prodotti, che devono essere eccellenti sempre! L’eccellenza fa la differenza, oltre ad altri fattori più intangibili, ma se non sei eccellente nel prodotto i clienti andranno altrove. Non c’è strumento più efficace del passaparola. Anche perché è un azione di marketing che all’azienda non costa nulla. Il tuo obiettivo è trovare piccoli segmenti di mercato che, però, siano vere e proprie community, circoli in cui il passaparola corra alla velocità della luce. Se conquisti un membro, ne arrivano 10 il giorno dopo. Senza sforzo. Senza investimenti ulteriori.

VALUTAZIONE: devi sapere esattamente come vendere il tuo prodotto. Devi sapere cosa dire affinché chi non ti conosce desideri acquistarlo. Fai SONDAGGI e scopri cosa vogliono i tuoi potenziali clienti. Non sempre è la stessa cosa che pensano i tuoi clienti più fidelizzati e che lavorano con te da tempo. Se non vendi, chiediti immediatamente: cosa stai comunicando ai tuoi clienti? Quello che vuoi dire tu o ciò che vogliono (sentirsi dire) loro? Quello che immagini sia importante o quello che, dopo un sondaggio, sai con certezza essere importante per il mercato?


VARIABILI: se non hai quello che i clienti vogliono, devi iniziare un PROGETTO per ottenerlo. Se hai un progetto che gli altri non vedono... Se gli altri ti dicono che è difficile, che non funzionerà... Non mollarlo! Stai facendo la cosa giusta e presto... Molto presto questo progetto farà il tuo successo!



SCHIERAMENTO: l’unico motivo per cui un progetto non funziona è che non ti sei messo a farlo davvero. Schierati con il tuo progetto e appoggialo, spingilo e portalo avanti abbastanza tempo per valutarne l’efficacia. I clienti nuovi si fanno quando non servono, perché se perdi un clienti che ti produce una buona fetta del tuo fatturato e non hai già creato le “riserve”, ti sarà difficile recuperare senza danni. Non accettare scuse dai tuoi commerciali, non accettare i “non si può fare”!!!

FORZA: la tua forza è che se fai tanti clienti nuovi puoi sempre selezionare i migliori. Lavora sulle alleanze vere, spingi la politica win-win.

TERRITORIO: una strategia deve sempre tener conto del territorio. Se hai marginalità bassa e non puoi alzarla devi aumentare il volume delle vendite. Sei un’azienda territoriale e hai scarsità di potenziale mercato, guarda oltre i confini. E’ opportuno che anche tu (se già non l’hai fatto) inizi a esplorare in modo mirato nuovi territori in cui è richiesta la tua abilità. L’importante è non disperdersi, spesso non sarà valido un solo Paese, lo saranno in molti.

Sei pronto per la battaglia?

Paolo Ruggeri


Condividi:
29/03/2014

In allegato le diapositive della mia presentazione di Cervia di Mercoledì sera circa le attività da mettere in campo per sconfiggere la crisi. 

E' stata una piacevole serata. 

Paolo Ruggeri 

download slidesDownload delle slides
Condividi:
23/03/2014

Venerdì e Sabato scorso sono stato ospite della convention nazionale del gruppo Tailorsan www.tailorsan.it una delle realtà italiane d'eccellenza nel campo dell'ambiente. 

Ho trovato un'azienda retta da grandi valori e gestita da persone davvero in gamba che mettono il benessere della rete e delle persone che la compongono al primo posto. Loris Talone, un vero trascinatore che esemplifica molti dei concetti che esprimo nei miei libri. 

I concessionari Tailorsan: un gruppo di belle persone e grandissimi lavoratori. 

Questa è un'azienda che farà davvero tanta strada. Se si potessero comprare le azioni, sarebbero da prendere al volo. 

Diapositive del mio intervento allegate. 

Paolo Ruggeri 

download slidesDownload delle slides
Condividi:
20/03/2014

Oggi, ho tenuto una presentazione alla CNA di Ragusa circa le attività ed azioni vincenti degli imprenditori Italiani che sconfiggono la crisi. 

A richiesta ho incluso nella presentazione un piccolo briefing sulle opportunità per le imprese italiane negli Stati Uniti d'America. 

Diapositive allegate. 

Paolo Ruggeri 

download slidesDownload delle slides
Condividi:
19/03/2014

Sono stato invitato da I-profile Edac http://www.i-profileedac.it/ che segue per conto di OSM le regioni di Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta a tenere una presentazione circa le azioni vincenti delle PMI italiane che battono la crisi incrementando utili e fatturati. 

La presentazione si è tenuta al Lingotto in un'atmosfera davvero suggestiva. E' stato un confronto molto interessante con un nutrito gruppo di imprenditori. 

Anche Anna Marras ci ha stupito con un intervento molto importante circa le aree di miglioramento dell'imprenditore. 

Le diapositive del mio intervento sono allegate. 

Paolo Ruggeri 




download slidesDownload delle slides
Condividi:
24/02/2014

Sabato ho incontrato a Vallo della Lucania (SA) un gruppo di agguerriti imprenditori del Sud durante la mia presentazione del libro Piccole e Medie Imprese che Battono la Crisi. 

Il mio messaggio è stato duplice: 

a) Le cose spesso non sono come sembrano: anche se sembra esserci una forte crisi a volte la percezione si discosta dalla realtà. Infatti, in tutto questo marasma, c'è un 20% di imprese italiane che sta crescendo ad un ritmo forsennato. In sala erano presenti numerosi esempi. 

b) Queste imprese che battono la crisi mettono in campo alcune strategie particolari che ho descritto nella presentazione allegata. 

Un sentito ringraziamento a Imma Stifano di I-Profile Salerno e Potenza per l'invito. 

Diapositive allegate 

Paolo Ruggeri 




download slidesDownload delle slides
Condividi:
25/01/2014

Ieri, assieme al collega Stefano di Marcantonio e allo staff I-Profile Marche e Abruzzo, ho tenuto una presentazione a Giulianova (TE) circa le nostre soluzioni per battere la crisi.

Al fine di battere la crisi l'imprenditore deve guardare alle cause interne e far si' che la sua azienda torni ad aggiungere valore, deve uscire dalla zona di comfort, deve formare una persona sul nuovo modo di fare marketing e deve valorizzare in modo importante le risorse umane. Il tutto assicurandosi di circondarsi di collaboratori capaci e motivati.

Gli uffici I-Profile presenti in tutta Italia assistono ogni giorno centinaia di imprenditori italiani in questo processo.

Diapositive allegate.

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
14/01/2014

Rich Strategy e' quella strategia che ogni imprenditore di piccola e media impresa dovrebbe mettere in atto al fine di costruirsi un solido patrimonio fondato sull'economia reale.

Ecco i cinque punti della Rich Strategy:


1) Se vuoi guadagnare il doppio, raddoppia il valore dei tuoi prodotti e servizi.


Devi concentrarti sul prodotto e non sul fatturato. Devi cercare di aumentare il valore che i tuoi prodotti e servizi hanno per il mercato.


2) Governa i flussi finanziari: se non governi il denaro prestando attenzione ai flussi finanziari, sarà il denaro a governare te.


3) La tua opera più importante sei TU: paga bene te stesso.


Ricordati anche che il denaro che guadagni riflette la stima che hai di te stesso. Lo scarso guadagno di alcune persone dipende dalla loro bassa autostima.


4) Risparmia: se all'incrementare dei tuoi guadagni, incrementi anche le spese, la tua situazione finanziaria rimarrà statica. Se vuoi ottenere una solida condizione finanziaria non esiste alternativa al risparmio.


5) Avete mai visto un ricco senza collaboratori?  Esci dal paradigma di lavorare a ore e costruisci un'impresa: nel farlo potrai anche aiutare tante persone che hanno meno coraggio di te ma che lavorando per te possono realizzare molti dei loro sogni.


E poi alcune considerazioni di carattere filosofico:


a) Se il tuo unico fine è il denaro non lo raggiungerai mai. Il denaro è un rumore di fondo che dobbiamo gestire così da poterci davvero elevare come persone ed ascoltare la nostra voce, la chiamata per la nostra missione nella vita.


b) Il denaro non fa la felicità, la cosa più importante per la felicità è occuparci di noi stessi, comprenderci, crescere, migliorare ed aiutare gli altri.  


Paolo Ruggeri


Condividi:
27/10/2013

Assieme ai colleghi di I-Profile Roma www.i-profile.it ieri ho tenuto una presentazione al Rainbow Magic Land circa le azioni da mettere in campo per battere la crisi. 

L'evento non voleva essere un semplice seminario di management ma aveva anche lo scopo di sancire l'avvio della nostra accademia manageriale nel Lazio.

"Questa è la nuova normalità - è stato il mio esordio - e gli imprenditori devono imparare a competere in questo scenario". Come? 

Guardando le cause interne, prendendo decisioni coraggiose e rendendosi conto che la paura è il primo ingrediente chimico dell'entusiasmo. Se non prendi decisioni che ti fanno paura non potrai mai provare l'entusiasmo. 

Diapositive allegate. 

Un caloroso ringraziamento a tutti gli ospiti intervenuti e al Parco Rainbow per la messa a disposizione della logistica e della sala. 


Paolo Ruggeri



download slidesDownload delle slides
Condividi:
25/10/2013

Invitato da Sparkasse e Libera Artigiani ho presentato nel salone del Museo di Crema il mio libro Piccole e Medie Imprese che Battono la Crisi.

Durante la serata ho avuto modo di incontrare numerosi imprenditori che stavano già battendo la crisi: nel settore edile, nel settore farmaceutico, nel settore agroalimentare, della serramentistica... insomma ho trovato una platea motivata e davvero piacevole. Non ultimo ho avuto modo di incontrare dei rappresentanti della politica come il Consigliere Malvezzi che, invece che stare chiusi in una torre d'avorio a lanciare slogan, ogni settimana vanno a visitare 5 o 6 aziende per capire come la Regione può essere utile... Bravi imprenditori, gente mossa dai valori, belle persone.

C'è speranza per battere la crisi.

Un sentito ringraziamento a Sparkasse e alla Libera Artigiani.

Le diapositive del mio intervento sono allegate.

Paolo Ruggeri 


download slidesDownload delle slides
Condividi:
16/10/2013

La ricetta che consiglio a chiunque si senta in crisi:

a) Smetti di ascoltare i telegiornali o a leggere i giornali, in particolare quelli italiani. Dicono solo cazzate e ti avvelenano la mente.

b) Smetti di pensare che il governo (o le banche) deve/devono fare qualcosa per te o per la tua azienda. Sono i giornali che spacciano questa mentalita' da effetto, da "qualcun altro deve risolvere i tuoi problemi per te". Sei tu che crei la tua vita e non il governo. Non farti gabbare.

c) Contribuisci ai sogni di qualcun altro. Ogni giorno. Contribuire ai sogni di qualcun altro non devi farti sentire debole. Per contribuire ai sogni di qualcuno da umile servitore, devi essere un grande e avere una grande autostima. Cerco di farlo tutti i giorni e sono orgoglioso di servire. Mi piace la gioia negli occhi delle persone quando vedono che tu li puoi aiutare. Servitore = ottimo Leader = not so good.

d) Renditi conto che se vuoi liberare davvero il tuo potenziale devi approfondire il lato spirituale della vita. Il lato spirituale della vita, in essenza, e' questo: tu crei tutto quello della tua vita che ti piace e che non ti piace. Invece che lamentarti non e' forse ora di capire come mai lo crei e quali sono gli esatti meccanismi? Se fai le quattro cose di cui sopra cominciando dal sentirti utile per i progetti di qualcun altro senza voler nulla in cambio, in breve le cose cominceranno a volgere in tuo favore. Ce la puoi fare.

Paolo Ruggeri



download slidesDownload delle slides
Condividi:
19/09/2013

Ieri sera ho tenuto una presentazione ad Ascoli Piceno a una platea di imprenditori invitati dalla Saluti Paolo Impianti circa le azioni da mettere in campo per battere la crisi. 

Il mondo cambia e l'approccio al mercato da parte di un'impresa deve modificarsi allo stesso modo. Non è più possibile fare business in Italia nello stesso modo in cui lo si faceva tre anni fa. L'impresa deve cambiare. 

Ho trovato una platea davvero ricettiva. Un caloroso ringraziamento a Saluti Antonio per l'invito.  Slide allegate. 

Paolo Ruggeri



download slidesDownload delle slides
Condividi:
04/07/2013

Oggi assieme ai colleghi di OSM Sicilia ho tenuto una presentazione nella capitale Italiana dell'uva da tavola, Mazzarrone in provincia di Catania. 

E' stata una presentazione intensa allietata da tantissime belle persone e da alcuni interventi eccezionali di imprenditori che hanno testimoniato quello che serve per creare davvero il cambiamento ed aumentare il fatturato. 

Un sentito ringraziamento a Biagio Consoli, a Massimo Guccione e a Ivana Corallo per i loro preziosi interventi. 

Slide allegate. 

I libri de Il Nuovo Capitale sono andati a ruba e alcuni dei presenti non sono riusciti ad acquistarlo, possono trovarlo qui: 

http://www.paoloruggeri.it/shop.asp?idp=60  

Paolo Ruggeri

Paolo Ruggeri



download slidesDownload delle slides
Condividi:
Pagina 1 di 2 > | >>Vai a pagina: 1-2
Categorie

ARTICOLI