X Il sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo il banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.
Pagina 1 di 2 > | >>
28/03/2018

Ieri ho tenuto a Lecce il Corso Collaboratori Vincenti. 

Durante il corso mi è stata richiesta una lista di libri consigliati. Eccola:  

Scarsa organizzazione o pianificazione: Le 7 Regole del Successo, Stephen Covey - Regola II e Regola III. Un libro impegnativo ma di grande valore


Scarsa automotivazione: Le 10 Regole del Successo Paolo A Ruggeri
https://www.engageeditore.com/prodotto/le-10-regole-del-successo-di-paolo-ruggeri/


Difficoltà nei rapporti interpersonali o timidezza: Come Trattare gli Altri e Farseli Amici, Dale Carnegie, Bompiani Editore


Migliorare nella Gestione delle Persone o dei collaboratori: I Nuovi Condottieri, Engage Editore, Paolo Ruggeri
https://www.engageeditore.com/i-nuovi-condottieri/


Aumentare le Vendite: Venditore in 1 Ora Andrea Condello Paolo A Ruggeri Engage Editore https://www.engageeditore.com/prodotto/venditore-in-1-ora/


Le slides dell'intervento sono allegate 

Paolo Ruggeri 

download slidesDownload delle slides
Condividi:
15/10/2017

Ieri ho tenuto un intervento presso la Top Quality Group riguardo alle sette strategie che io adotterei se fossi un collaboratore di un'impresa che volesse crescere e migliorare il proprio valore e i propri risultati economici. 


  1. Esci dalla zona di comfort 

  2. Poniti delle mete e ricordati spesso degli obiettivi che stai perseguendo

  3. Non farti inquadrare come una persona alla quale vanno ricordate le cose 

  4. Sviluppa competenza relazionale: diventa causativo e migliora la tua capacità di relazione

  5. Non fare solo le cose bene, ma fai anche le cose giuste 

  6. Usa un sistema di time management e fai oggi le cose che faranno una grande differenza domani 

  7. Studia!


Le slides della mia presentazione sono allegate. 

Per chi volesse approfondire lo studio, qui sono presenti delle risorse gratuite: 

https://www.paoloruggeri.info/risorse-gratis/ 

Paolo Ruggeri 

download slidesDownload delle slides
Condividi:
13/03/2013

Ho il piacere di annunciarvi che ho pubblicato un nuovo titolo in formato ebook, che anticipa di qualche settimana la versione cartacea: si tratta de

"IL NUOVO CAPITALE. Intellettuale, Intangibile, Indispensabile"
Il Libro Che Ti Aiuta a Creare Uno Staff Efficace e Responsabile
di Paolo A. Ruggeri

In questo manuale, semplice e veloce da leggere, ho descritto, attraverso esperienze concrete e tanti esempi, le azioni che stanno alla base di una crescita aziendale: la gestione del capitale umano. Partendo dalla crescita dell’imprenditore, ho analizzato le tecniche più efficaci per costruire uno staff efficace e responsabile insegnandoti a:

- Motivare e formare il personale
- Selezionare e attirare persone di valore
- Gestire e scongiurare il costo della non qualità
- Individuare i campioni, i mediocri e gli scollaboratori dell’azienda
- Incentivare i collaboratori
- Gestire i momenti difficili che caratterizzano la storia di ogni imprenditore

Questa versione ebook de “Il Nuovo Capitale” permette inoltre di connettersi in rete per accedere ad approfondimenti multimediali: gli estratti video possono essere visualizzati cliccando sul relativo titolo che troverete nel testo.

Paolo Ruggeri

iTunes: https://itunes.apple.com/it/book/il-nuovo-capitale/id614366940

Amazon: (a breve)

 
Condividi:
03/03/2013

Il mondo del lavoro in tutto il mondo sta cambiando e noi nemmeno ce ne stiamo accorgendo... 

Secondo una ricerca di Elance (che allego nell'immagine), oltre il 65% delle persone che lo ha provato afferma di essere più felice lavorando come freelance rispetto al lavoro a tempo indeterminato. Altro che riforma Fornero, altro che CGIL e CISL. Tutte queste persone lavorano per difendere un mondo che... non esiste più. 
 
Dobbiamo imprimercelo bene in testa: l'azienda come l'abbiamo sempre conosciuta è finita. Le fabbriche del mondo saranno quasi tutte situate in Asia e da noi rimarranno i lavori della conoscenza, delle esperienze e del cuore (emozioni, design, immagine, valori, ecc). Questo porta come conseguenza che anche il lavoro come l'abbiamo sempre conosciuto è destinato a terminare. 

Il mondo cambia. Qualcuno lo ricordi alla Dott.ssa Fornero e alla CGIL.
 
Paolo Ruggeri
Condividi:
01/12/2012

Chi lavora a cavallo tra i due continenti mi aveva già spiegato questo fenomeno: quando cominci a lavorare con le HR (Human Resource, le Risorse Umane) americane, dopo un po' di tempo inizi ad avere qualche difficoltà ad interagire con le HR italiane. Non ci credevo, ma il fenomeno accade davvero. Questo non vuol dire che non si debba utilizzare la causatività, dedicarsi a far crescere le persone, ecc.

Tra i tanti motivi per i quali gli USA ci sono superiori sotto il piano economico, uno sicuramente risiede nelle risorse umane. Tre sono le caratteristiche nelle quali le Risorse Umane USA eccellono:

A) ESECUZIONE: Questa è la caratteristica a mio avviso più importante. Negli USA basta un incontro con un responsabile per indicare una nuova strada e lui parte, in completa autonomia. Se non conosce il lavoro, si va a cercare le informazioni. Dici una cosa ed è già fatta anche se richiede un drastico cambiamento di rotta. Sorprendente. Una volta che ha accettato il piano, il responsabile parte e lo fa davvero. Si trova le da solo persone che gli servono, indice riunioni con i suoi...insomma, va come un missile.

B) ORGANIZZAZIONE: Questa caratteristica già la conoscevo dai miei precedenti trascorsi USA. Tutto negli Stati Uniti è secondo procedure e protocolli. Non esiste l'improvvisazione. Questo per noi Italiani a volte è frustrante. Non capiamo perché a volte i nostri colleghi USA non siano disponibili ad "usare buon senso per gestire l'eccezione". Loro invece sanno bene che se costruisci un business attorno alle eccezioni tutto diventa più lento ed inefficace. Spesso sono stato sorpreso da collaboratori di aziende americane che mi dicevano: "Sì Paolo, ho capito tutto, ma perché non mi hai ancora dato la mia job description?". La creatività è importantissima, ma senza organizzazione, senza protocolli un'azienda non cresce.

C) CULTURA D'IMPRESA. Quando parlo con gli americani che sono stati al college (non ad Harvard, ma all'Università del Montana...) e raffronto quello che sanno loro managerialmente parlando con quello che sanno i laureati italiani, mi chiedo che cosa mai si insegni nelle nostre università... Non capisco perché nelle università italiane non insegnamo come negli Stati Uniti il lavoro, cioè: il customer service, la finanza, l'economia, la gestione delle risorse umane, le vendite, il marketing, l'innovazione. Perché? Perché tenere gli studenti per degli anni a scuola, se poi queste cose non gliele insegni??? L'ho scritto anche in tanti altri articoli: l'università italiana prepara le persone per un mondo che non esiste più.

---

Con questo articolo non voglio assolutamente sminuire le HR italiane che sono eccezionali nella creatività, nella passione, nei rapporti umani e nell'interesse veritiero per la persona e meno che meno le persone che lavorano con me che in molti casi sono dei veri e propri talenti. 

Passione, creatività, interesse per il cliente sono cose eccezionali ma oggi per competere a livello globale non bastano più. A queste vanno affiancate:

a) Maggiore cultura dell'esecuzione
b) Manager che diventino più bravi nell'organizzazione e nelle procedure
c) Una Università che, tranne rare eccezioni, va ricostruita da zero

Uno dei problemi del nostro Paese è sicuramente quello che mentre soffriamo economicamente, continuiamo a preparare le nuove generazioni per un mondo che non esiste più. 

Le cose devono cambiare.  

Paolo Ruggeri


Condividi:
20/04/2012

Estratto dell'audiolibro "I NUOVI CONDOTTIERI" di Paolo Ruggeri: un manuale sulla leadership per i manager del terzo millennio. Un'occasione unica per ascoltare o riascoltare il primo libro scritto da Paolo anche quando viaggi.
Acquista online: www.paoloruggeri.it/libri-paolo-ruggeri.asp


"La spinta motivazionale che mi ha portato a scrivere il mio primo libro - I Nuovi Condottieri - e' scaturita dall'esigenza di capire le dinamiche di un gruppo e quindi di come riuscire a gestirlo: migliorare gli altri e soprattutto aiutarli a vivere una vita migliore, piu' soddisfacente e 'causativa'. Dopotutto, il successo di una persona si misura dal successo di chi la circonda." Questo audiolibro, realizzato in un linguaggio semplice e stimolante, e' il frutto di dieci anni di ricerche riguardo la gestione ed il miglioramento del personale, una descrizione analitica delle soluzioni di successo di manager ed imprenditori che sono riusciti a creare gruppi di persone estremamente motivate e produttive. Il CD e' diviso in 3 parti: nella prima vengono analizzati alcuni fattori che provocano il calo di efficacia del manager; nella seconda viene analizzata in modo molto approfondito la motivazione del personale; nella terza e ultima parte vengono analizzati il carattere e la filosofia del manager e dell'azienda motivante. Include case history di aziende che hanno risolto con successo i problemi relativi la gestione del personale: numerosi esempi pratici che ogni imprenditore o manager puo' mettere subito in atto per migliorare la produttivita' dei suoi collaboratori.
Realizzato in formato MP3.

Admin
Condividi:
02/01/2012

Questo fine anno è stato strano e, per certi versi magico. Non solo mi sono messo di buona lena a scrivere, che è la cosa che mi piace di più, ma mi sono arrivate diverse lettere da amici che, lo ammetto, sono stati più bravi di me a spiegare quanto sia importante il fatto di dedicare un po' di tempo a scrivere le proprie mete: 

LETTERA 1 

Solo tre anni fa, in un momento della mia vita molto difficile, ebbi la fortuna di incontrare un'azienda che si occupava, e si occupa, di consulenza aziendale, di formazione e di miglioramento del potenziale personale.

Fino a quei giorni, quei concetti, mi sembravano tanto inutili, quanto insignificanti....eppure, più passavano i giorni, piu' studiavo e stavo a contatto con quel magnifico gruppo di persone, più la mia vita cominciava a migliorare ed io a riprendere sempre più le mie energie, recuperando una incredibile forza.

Ad un certo punto, uno dei formatori (il più bravo!) mi ha parlato di mete, mi ha detto di quanto fosse importante avere delle mete nella vita, che siano giornaliere, mensili e soprattutto a medio-lungo termine.....

.....Vi starete chiedendo: "ma Gianluca è impazzito???".....

.....Vi scrivo oggi, che è 30 Dicembre 2011, momento di bilancio di un anno appena terminato e a detta di molti disastroso.
Io personalmente devo moltissimo a questo anno appena trascorso, non solo per essere riuscito a realizzare alcune delle mie mete ma, soprattutto per aver avuto il piacere di averne conservato e aggiunto delle altre.

Voglio quindi augurarvi si un magnifico 2012, ma lo voglio fare AUGURANDOVI UNA MAREA DI METE!!!!
...fate come fece quel formatore con me: prendete un pezzo di carta e scrivete tutti i vostri desideri.... vi accorgerete fra un anno che molte delle vostre mete le avrete realizzate, altre ancora no, ed altre si saranno aggiunte al vostro elenco.
Anche se non riuscirete a realizzarle tutte, vi auguro che ne abbiate tante, tantissime....perché vi accorgerete che sarete sempre VIVI!!!!


LETTERA 2

Intanto ti faccio gli auguri di buon anno nuovo, questo qui che sta arrivando il 2012 eh!

Poi ti scrivo per dirti che sto rileggendo le dieci regole.., e che erano anni che non avevo un 31 dicembre così piacevolmente diverso.

Voglio farti sapere che circa 5 anni fa avevo iniziato un corso per prendere la patente nautica e che mi sembra di ricordare ( a parte che mentre ti sto scrivendo m'è tornata la voglia di continuare ...) che si insegnava che:
" il capitano di una nave deve tracciare la rotta prima di lasciare il porto " e che " quando sei in mezzo all'oceano senza alcun punto di riferimento è un bel casino "
Chiaro che al giorno d'oggi abbiamo satelliti computer e GPS in abbondanza, ma il capitano comunque deve tracciare la rotta prima !

Mi sembra di ricordare che In mezzo all'oceano si fa il punto nave stimato ovvero si calcola approssimativamente la posizione in via di supposizioni.
Paolo avrai capito che con la lettura sono tornato a pagina 79 e che domani inizio a scrivere un nuovo quaderno di mete e obbiettivi e alla luce del mio anno trascorso, tirando un po le somme ho messo a fuoco quanto può essere importante tracciare la rotta quando si é in porto o quando si hanno punti di riferimento prima ancora di muoversi.
Tieni presente che l'esame della patente nautica oltre, non l'ho passato e che quindi non sono un capitano pertanto forse meglio verificare ok?!

Sono contento che mi sta crescendo una migliore consapevolezza e trovo veramente piacevole rileggere i tuoi scritti.

Un abbraccio 

M.


--- 

Dai anche tu retta a questi due imprenditori: scrivi le tue mete. Accadrà qualcosa di magico. 

Paolo Ruggeri

Condividi:
09/12/2011

Siamo arrivati alla quinta ristampa anche delle 10 Regole del Successo, un libro nato per caso ma che ormai ha venduto oltre 30.000 copie. 

Questa è la nuova copertina. 

Grazie a tutti i lettori e a chi ha aiutato a distribuirlo. 

Paolo Ruggeri 





download slidesDownload delle slides
Condividi:
08/12/2011

Oggi ho avuto il piacere di passare una giornata al museo della topografia a Gioa Tauro. Visitare la Topoprogram www.topoprogram.it fornisce l'occasione di respirare la storia di questo antico mestiere. 

Pino Mangione e il suo gruppo sono persone eccezionali e sono un esempio perché mostrano un'azienda del Sud che innova, vince e raggiunge una posizione di leadership nel software in tutta Italia. 

In allegato la mia presentazione in azienda. 

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
20/11/2011

Tasso e Candeloro Costruzioni Srl è una mosca bianca nel settore immobiliare in Italia. http://www.tassoecandeloro.it/ Quest'anno abbiamo fatto i record di vendite di nuovi immobili e il 2012 si preannuncia altro anno spettacolare. 

Grande merito di questo risultato è da attribuirsi alla squadra: persone umili, motivate, con un grande desiderio di crescita e di miglioramento. 

In allegato slide prima parte della mia presentazione circa il successo ed il cambiamento dei paradigmi per i collaboratori e dipendenti delle imprese.




Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
06/11/2011

1) Fede: credi in quello che non vedi. Non vuol dire che devi aderire a questa o quella religione. Ma vuol dire che le persone che hanno successo sono persone di fede, che hanno tempra e hanno il coraggio di credere in ciò che ancora non si vede, sia questo il potenziale di un nuovo collaboratore o il successo di un nuovo prodotto rivoluzionario che per ora è osteggiato dal mercato. Credi in quello che potresti realizzare ma che ancora non si vede. Sogna. 

2) Se non hai denaro o ne vorresti avere di più prova a riflettere su questo: il denaro che hai oggi è proporzionale all’ammirazione ed attenzione positiva che sei riuscito a generare. L’attenzione e ammirazione che riesci a generare oggi essendo una bella persona, dando al cliente di più di ciò che si aspettava, perseguendo l’eccellenza in quello che fai, diventerà il denaro che avrai domani. Impara a sorprendere positivamente, lavora sui tuoi rapporti interpersonali 

3) Il miglioramento personale o la prosperità richiedono integrità. Per mantenere integrità devi prenderti cura dei tre aspetti dell’essere umano: corpo, mente e spirito. Curati, fai sport ed esercizio fisico (soprattutto se sei oltre i 40); esercita e sottoponi a sfide la tua mente: vai “in flow”, frequenta persone stimolanti, studia; ricordati che non sei un essere umano con un’esperienza spirituale ma piuttosto un essere spirituale con un esperienza umana. Approfondire e studiare la parte spirituale di noi stessi non ci porterà solo a maggior serenità e prosperità ma è un imperativo morale per ognuno di noi. Se non ti occupi di tutti e tre questi aspetti non avrai integrità e sarai come un’automobile che funziona a tre cilindri. 

4) Sempre più studi segnalano come sia la coscienziosità, vale a dire la disciplina, la responsabilità, l’autocontrollo, la forza dei propri valori morali a determinare il successo professionale ed economico di un individuo. Essere coscienzioso vuol dire avere la tempra di continuare a lavorare duro anche in assenza di risultati, vuol dire conformare le proprie azioni a quelli che tu ritieni essere dei valori morali importanti e rifiutarsi di trasgredire, vuol dire essere una persona parsimoniosa che rifiuta gli eccessi e cerca di mantenere un grande equilibrio, vuol dire inseguire l’eccellenza e la perfezione.

Paolo Ruggeri

Condividi:
25/10/2011

Tre anni fa abbiamo condotto una ricerca per individuare che cosa accomunasse i dipendenti che guadagnavano di più nelle piccole e medie imprese italiane. 

Siccome lo staff di Remark Srl all'evento di ieri mi ha sollecitato riguardo a questi concetti, ripubblico in allegato un sunto dello studio che è stato condotto. (scarica le diapositive).

In sintesi, i dipendenti delle PMI Italiane che guadagnano di più: 

1) Possiedono il desiderio di automigliorarsi non solo come dipendenti ma anche come persone. 
2) Si assumono in azienda delle responsabilità (gestiscono patate bollenti) anche se queste gli comportano sacrifici personali. 
3) Hanno sogni e ambizioni 
4) Credono nell'azienda e nel titolare: hanno sposato il suo sogno ed i valori. 

Se sei un dipendente di un'azienda, ti consiglio comunque di scaricare l'allegato e studiartelo. 

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
14/10/2011

In allegato la mia presentazione alla MBS di Roma circa l’importanza della coscienziosità per il successo nel business. (e nella vita...). 

La coscienziosità è il VERO segreto (oltre ai valori morali e spirituali).

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
12/06/2011

Siccome ultimamente mi sono trovato ad avere alcune belle soddisfazioni con il denaro, ho preparato una presentazione circa le azioni vincenti che nel corso di un po' di anni mi hanno permesso di generare denaro e prosperità. 

Warning: questa non è una delle mie solite presentazioni pragmatiche sulla gestione d'impresa. I miei punti di vista sul denaro e su come generarlo sono alquanto strani e in contrasto con quelli della maggior parte della gente. Ma io vado bene così. 

Essere un conformista o ancora peggio un "ci credo solo se lo vedo", è, dal mio punto di vista, la strada verso la povertà. Prima quella materiale ma poi e soprattutto quella spirituale. 

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
12/06/2011

Ieri ho avuto l'onore di visitare una signora azienda, la Metalpres Cenzato SpA di Vicenza. www.metalpres.it Ammiro questa azienda perché negli anni ha dimostrato di essere una guerriera del Made in Italy facendosi rispettare in tutto il mondo per la sua efficienza e tecnologia. 

L'imprenditore, Emanuele Cenzato, non è solo un grande amico e un bravo imprenditore ma è anche una persona molto attiva sul territorio.

In allegato le diapositive della mia breve presentazione ai manager. 

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
31/05/2010

In allegato il pdf della fantastica presentazione di Cabrini al Cippa' Experience Day dove ci ha intrattenuto mostrando l'importanza della costruzione di un vero gruppo. 

La parte del "perché sei qui?" è stata davvero il culmine positivo della giornata. 

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
30/05/2010

Assieme al collega Flavio Cabrini ho avuto l'onore di intervenire al Cippà Experience Day 2010 in Canton Ticino organizzato dalla Cippà Trasporti www.cippatrasporti.ch  Abbiamo parlato del cambiamento e di come tutti i cambiamenti che stanno avvenendo nel mondo arriveranno ad influenzare i collaboratori delle imprese italiane e svizzere.

Ho trovato in Cippà Trasporti un gruppo molto affiatato dove Roberta Cippà è riuscita a costruire un clima davvero fantastico.

In allegato le diapositive del mio intervento. 

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
21/11/2009

In allegato le diapositive della presentazione tenuta ai collaboratori della Mottolino Spa di Livigno www.mottolino.com 

La Mottolino gestisce il miglior snowpark d'Europa ed è da anni una delle forze trainanti dietro alla crescita di Livigno.

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
01/12/2008

In allegato troverete un sunto dei progetti dei 10 vincitori dell'area Centro Sud. 

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
29/11/2008

Venerdì 28 Novembre si è tenuta la premiazione del Contest Mind Consulting 2008. In allegato troverete i 20 progetti selezionati. E' stata una presentazione entusiasmante e voglio ringraziare non solo i vincitori ma anche le altre centinaia di collaboratori e dipendenti di aziende clienti che hanno eseguito progetti innovativi per accrescere il valore all'interno delle rispettive imprese.


I vincitori del contest hanno reiterato come alcuni fattori siano fondamentali quando si vuole accrescere la produttività e il valore creato dai dipendenti dell'impresa: 

1) Gli imprenditori che ottengono il maggior valore dai propri dipendenti sono quelli che trasferiscono entusiasmo, motivazione e COINVOLGONO i propri collaboratori nel processo di sviluppo aziendale.
 
2) Le aziende che maggiormente crescono anche in questi periodi di ristagno economico sono quelle che sono in grado di attirare i migliori talenti. Affascinante il caso della Stabile SpA di Gorla Minore e della New Media SpA di Forlì, aziende che quest'anno portano a casa incrementi a 3 cifre dei fatturati: molti dei talenti che hanno contribuito a questi incrementi tre anni fa nemmeno erano in azienda... Il che è come dire: se riesci ad attirare anche solo una persona davvero in gamba nella tua impresa, nel giro di due anni potresti sconvolgere in positivo la posizione competitiva della tua azienda. 

3) In tutte le nostre aziende esistono risorse che con poco potrebbero essere valorizzate.
Incentivazione economica, coinvolgimento dei collaboratori nel processo di crescita dell'impresa, buona leadership paiono essere tre componenti che quando messe in campo creano un mix portentoso capace di stimolare alte prestazioni. Il Contest 2008 ci ha dimostrato come, in presenza di buona leadership, per ogni euro investito nell'incentivazione economica dei collaboratori si possano ottenere rendimenti di anche 125 euro di maggior valore creato. 

Paolo Ruggeri 


Ps: in allegato i 10 vincitori del centro nord, quelli del centro sud li ho pubblicati come allegato in un altro articolo.



download slidesDownload delle slides
Condividi:
Pagina 1 di 2 > | >>Vai a pagina: 1-2
Categorie

ARTICOLI