X Il sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo il banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.
<< | < Pagina 24 di 55 > | >>
25/10/2012

Sai cosa vogliono da te i tuoi collaboratori? Uno studio ha individuato quali siano fattori che motivano maggiormente i nostri uomini. Tra i vari fattori analizzati: le buone condizioni di lavoro, un buon livello salariale, la sicurezza del posto di lavoro...

Qual'e' stato il fattore che migliaia di dipendenti hanno indicato come il piu' importante? I soldi? No. Il pieno apprezzamento per il lavoro svolto. Seguito dal coinvolgimento nei problemi di lavoro e dall'interesse del datore di lavoro per i problemi personali. Per raccontarvi una storiella negli Stati Uniti le donazioni di sangue sono diminuite da quando e' stato introdotto il sistema delle donazioni a pagamento.

Perche'? Perche' Il sistema di donazioni dovrebbe essere volontario e basato solo sulla nostra generosita'...e un incentivo economico svilisce il nostro altruismo. Quindi paga i tuoi uomini...pagali bene ma...non ti limitare a quello...non tutto si compra con il denaro.

Paolo Ruggeri

Condividi:
23/10/2012

Questa sera ci si vede al cinema !

a San Pietro in Casale (BO) - Cinema Italia ore 21.00

per vedere il film realizzato dal mio amico e socio Roberto Gorini e Paolo Andriolo, imprenditore di successo. Il film documentario intitolato "PMI – La tua vita al meglio" racconta la storia di un imprenditore che,nonostante tutto, va avanti con successo !

Entrata libera, ci saro' anch'io!

clicca
Condividi:
21/10/2012

Chi mi conosce sa che nel passato non ho tenuto posizioni tenere nei confronti della Coldiretti. Detto ciò oggi sono incappato in una ricerca appena presentata da Coldiretti a Cernobbio http://www2.coldiretti.it/News/Pagine/809---19-Ottobre-2012.aspx che ho trovato davvero interessante per chiunque gestisca un'azienda nel nostro paese. Alcuni estratti che riporto fanno capire come, mai come ora, un imprenditore debba fare sondaggi e capire come cambiano le abitudini dei suoi clienti e potenziali clienti. Altrimenti è davvero alto il rischio di venir tagliati fuori dal mercato perché non si sono afferrati i cambiamenti nelle abitudini d'acquisto. 

Come tratto in dettaglio e con molteplici esempi nel primo capitolo di Piccole e Medie Imprese che Battono la Crisi http://www.paoloruggeri.it/shop.asp?idp=49 , il consumatore post-crisi oggi è alla ricerca di "veri affari" e questo viene confermato anche dalla ricerca Coldiretti. I dati della ricerca che ho trovato molto interessanti (ho messo in corsivo le citazioni dirette dal rapporto, mentre in carattere normale le mie considerazioni) sono i seguenti:

1) Fermo restando che, secondo SWG, c'è una maggioranza di italiani che risente della crisi e che si trova in difficoltà, esiste però anche un 40% di italiani che vive serenamente senza particolari affanni economici. Gli italiani che hanno i soldi esistono ancora (anche se sono meno di prima). L'azienda e l'imprenditore devono imparare a raggiungere questo 40% prima dei concorrenti. Ergo: bisogna fare marketing e puntare a fare clienti nuovi.

2) La maggioranza delle famiglie ricicla dall’armadio gli abiti smessi nel cambio stagione, con il 53 per cento degli italiani che ha rinunciato o rimandato gli acquisti di abbigliamento ed accessori che si classificano come i prodotti dei quali si fa maggiormente a meno nel tempo della crisi. Cambiano le abitudini. Tu hai compreso come sono cambiate le abitudini nel tuo di settore? 

3) Il 56 per cento degli italiani fa lo slalom tra le corsie alla ricerca delle offerte speciali 3 per 2 e degli sconti, il 62 per cento confronta con più attenzione del passato i prezzi e oltre la metà (51 per cento) va a caccia dei prodotti che costano meno. Oltre quattro italiani su dieci (43 per cento) fanno la spola tra diversi negozi per cercare la maggiore convenienza. In Piccole e Medie Imprese che Battono la Crisi (ma oramai dal Gennaio del 2009) sostengo che l'azienda deve offrire al suo cliente "un vero affare" e deve puntare sul concetto di "Valore per il Denaro". L'offerta migliore in assoluto continua a vendere, mentre le altre perdono terreno.

4) Questa informazione non l'ho trovata sul sito coldiretti, ma sul Quotidiano Nazionale di oggi (che riprende la stessa ricerca): la vendita di fette biscottate per fare la prima colazione a casa aumenta del 5,9%. Non è vero, quindi, che tutti i prodotti vendono meno. Ce ne sono anche alcuni che vendono di più se... avevi capito come cambiavano le esigenze dei clienti.

5) Il 44 per cento degli italiani preferisce acquistare prodotti locali. Interessantissimo concetto di marketing.  

6) Il boom degli acquisti diretti dal produttore al quale si rivolge regolarmente ben il 14 per cento degli italiani. Questa è una ricetta che vado promuovendo regolarmente ormai dall'inizio del 2008. Cercando nel blog nella categoria "agroalimentare" troverete numerose presentazioni dove sostengo che il produttore dell'agroalimentare deve "saltare la filiera" almeno per una parte della sua produzione. Chi invece continua a fornire unicamente la GDO finisce per essere spennato una penna alla volta (vedi libro l'Effetto WalMart per avere tantissimi esempi). Devo ammettere che nonostante io abbia avuto alcune diversità di vedute con Coldiretti, su questo punto abbiamo sempre avuto una visione comune: bisogna accorciare la filiera e i produttori devono imparare a fare marketing e vendere.  

--- 

La cosa davvero interessante di questa ricerca è il fatto che fornisce un fantastico esempio di come cambino le abitudini dei consumatori. Lo ripeto ancora una volta: oggi come imprenditore non ti puoi permettere di non sapere che cosa stanno facendo e come cambiano le abitudini dei clienti del tuo settore. Non è vero che non ci sono più soldi (anche se ce ne sono meno). E' vero invece il fatto che i tuoi clienti i soldi li spendono in modo diverso da prima e se tu non sei attento, verrai tagliato fuori. 

Un corso marketing che ti insegni ad utilizzare bene i sondaggi (come quello tenuto alla MBS), potrebbe darti sicuramente una marcia in più su questo soggetto. 

Non andare alla cieca. Comprendi i tuoi clienti.

Paolo Ruggeri 


Condividi:
20/10/2012

Questo primo posto in classifica di qualche giorno fa su I-Tunes lo voglio dedicare ad alcuni miei amici che nel passato hanno cercato di "aiutarmi" in tutti i modi possibili. 

Non tutti i lettori capiranno. Loro invece sì.

Ciao Ciao 

Paolo Ruggeri  

Condividi:
20/10/2012

Ieri sono stato a Piacenza a presentare il libro Piccole e Medie Imprese che Battono la Crisi ad un gruppo di 100 imprenditori. 

L'evento era stato organizzato assieme a Zucchetti Spa e ai suoi partner Veridian e Zeta Soluzioni in una super location. 

A parte l'aver incontrato tanti imprenditori desiderosi di far crescere le proprie imprese, mi ha molto colpito la qualità delle risorse umane della Zucchetti SpA e dei suoi partners: davvero un gruppo di belle persone.

Le considerazioni che ho fatto sono due: a) Non è un caso che la Zucchetti continui a crescere. b) La qualità delle risorse umane di un gruppo è diretta espressione della qualità delle persone che stanno al vertice, della serie: "fammi conoscere i tuoi collaboratori alla front line e ti dirò chi sei o come sei".

Le slide della mia presentazione sono allegate.

Paolo Ruggeri



download slidesDownload delle slides
Condividi:
18/10/2012

Sostengo da tempo che un'impresa dovrebbe presentarsi sul mercato con una proposta di valore unico, qualcosa, cioè, nella quale tale impresa non è semplicemente migliore dei competitor, ma è unica, vale a dire drammaticamente diversa dagli altri. Gli esempi sono numerosi. 

Recentemente negli Stati Uniti ho incontrato un esempio interessante: Dreamfields Pasta www.dreamfieldsfoods.com ha creato una linea di pasta con pochissimi carboidrati (5 grammi per porzione) utile per chi è diabetico o per chi è a dieta. 

Anche se, come in tutte le cose, c'è chi dice che è una bufala (i concorrenti?) e chi invece la sostiene, Dreamfields ha riscosso un successo strepitoso prendendo un prodotto tipicamente italiano (la pasta) e rendendolo adatto al wellness e ai nuovi stili di vita. Si è distinta da tutti i concorrenti creando qualcosa di drammaticamente diverso. 
E quando vai sul mercato con qualcosa di drammaticamente diverso e nel quale sei unico, i risultati arrivano come chiaramente sono arrivati per la Dreamfields.

Un'ultima cosa: il sottoscritto le Penne Rigate Dreamfields le ha provate per davvero e, oltre che funzionare, sono anche buonissime come una normale pasta italiana. 

La tua azienda va sul mercato con un'offerta drammaticamente diversa da tutte quelle dei concorrenti? 

Paolo Ruggeri

 

download slidesDownload delle slides
Condividi:
17/10/2012

Dopo aver inviato l"Etica dell' eccellenza" a tutti i senatori, e' il turno
dei deputati.

Per fortuna non tutti hanno avuto problemi etici (vedi foto)

Paolo Ruggeri

ps.nel frattempo arrivano le prime risposte da parte dei senatori
(per questioni di privacy non posso pubblicare il nome)

"Gentile Dottor Ruggeri,

La ringrazio davvero per il libro che ha voluto gentilmente
inviarmi e che trovo gia' dal titolo molto interessante.

La saluto con cordialita'

Sen. xxxxxxxxxx"
Condividi:
16/10/2012

Il gruppo emozionale "diffidente" opera su un livello di dubbio, incertezza: spesso e' composto da familiari o persone che si conoscono. Questo spesso impedisce al gruppo di crescere.

Estratto dal DVD "Emozionare il team" di Flavio Cabrini, della collana "Top of the Year.Gli imprenditori parlano agli imprenditori".
Condividi:
15/10/2012

Forse non tutti sapranno che l'ideogramma cinese Wej.ji rappresenta il concetto di crisi ed e' composto da due parole: pericolo ed opportunita'. E’ assolutamente vero.

Sempre nei momenti di crisi, anche durante quelli piu' duri, si nascondono due grandi eventi, il pericolo e l’opportunita'. Sta poi nell’ abilita' delle persone saper raccogliere le opportunita' schivando i pericoli. E’ proprio durante i periodi di crisi che avviene una selezione naturale.

Solo quelle persone che sono in grado di saper leggere gli eventi e prendere decisioni,spesso coraggiose, sapranno superare i pericoli. Sono sempre le persone che possono decidere le sorti di se stesse o delle imprese che gestiscono. Non esistono aziende di successo senza uomini di successo!

Ed e' proprio in questi momenti che emergeranno i veri imprenditori, i veri manager, quelli che sapranno dirigere la propria azienda oltre le difficolta'. Ci sono due piloti che possono guidare l'azienda: il mercato, con i suoi fattori, o l'imprenditore, con il suo comportamento, il suo esempio, la sua leadership.

E tu? Sei il guidatore o un passeggero?

Paolo Ruggeri

Condividi:
12/10/2012

Ho una figlia, Rebecca, di 8 anni. Ho deciso che voglio investire su di lei,
sul suo futuro.

E' necessario creare attorno a noi un ambiente etico,prospero, che faciliti lo
sviluppo del nostro potenziale.

Attualmente questo ambiente non esiste e allora ho deciso di dare il mio
contributo per provare a crearlo.

Ho deciso di inviare a tutti i politici italiani una copia di "L'etica dell' eccellenza", perche' i problemi economici e finanziari del nostro paese nascono da un problema etico di fondo.Da una mancanza di principi e di valori forti da parte dei nostri rappresentanti. Allego con orgoglio la foto con tutte le buste che verranno consegnate a ciascun senatore.

Qualcosa puo' davvero cambiare!Crediamoci!

Paolo Ruggeri
Condividi:
11/10/2012

Pochi giorni fa il mio amico e collega Gianni Vacca ha pubblicato su I-tunes
e su Amazon l' ebook "web marketing start".Il libro fornisce consigli pratici
su come migliorare la comunicazione sul web. Il testo non e' un manuale
per programmatori ma una piccola guida per imprenditori che vogliano
imparare a promuovere i propri prodotti o le proprie idee su internet.

internet e' il presente e il futuro del business quindi consiglio a tutti la lettura!

lo trovi su I.-tunes
http://itunes.apple.com/it/book/web-marketing-start/id568653449

e su amazon
http://www.amazon.it/Web-Marketing-Manuali-Business-ebook/dp/B009NMREBO

Per maggiori informazioni sull'autore visita il suo sito web
http://www.giannivacca.it/

Paolo Ruggeri
Condividi:
10/10/2012

Segnalo che il collega Massimiliano Calore www.maxcalore.it di Open Source Medical Management assieme al Dott. Alessandro Carrafiello, il 27 Ottobre terranno un seminario gratuito molto interessante organizzato dalla Facoltà di Medicina dell'Università di Modena.  

Per informazioni scrivere a blog@maxcalore.it 


Paolo Ruggeri

Condividi:
10/10/2012

Ecco la recensione di "Piccole e medie imprese che battono la crisi" su vendere di piu', il primo magazine italiano interamente dedicato alla vendita professionale. V+ e' scritto da e per i professionisti della vendita: per offrire strumenti per vendere di piu' e meglio. Un onore per me apparire su questo giornale.

Cerca il giornale in edicola

Battere la crisi e' possibile! Anche al giorno d'oggi

Paolo Ruggeri
Condividi:
09/10/2012

Prosegue il tour di presentazione del mio nuovo libro "Piccole e medie imprese che battono la crisi". Il 19 ottobre saro' a Piacenza in una location d'eccezione: Villa Barattieri ad Albarola di Vigolzone.

L'evento e' stato organizzato in compartecipazione con il Gruppo Zucchetti ,uno dei piu' importanti protagonisti italiani del settore dell'Information technology

Sara' un occasione per individuare le azioni vincenti messe in atto dagli imprenditori che battono ogni giorno la crisi

LA PARTECIPAZIONE E' GRATUITA E A CIASCUN PARTECIPANTE VERRA' OMAGGIATA UNA COPIA DEL LIBRO

clicca su "download delle slide", compila il modulo allegato e invialo via fax allo 0377 437621 oppure via mail all' indirizzo
veridian@veridian.it

l'elenco delle prossime presentazione e' visibile nella sezione "prossimi corsi"

download slidesDownload delle slides
Condividi:
08/10/2012

Quest'ultimo viaggio negli USA, oltre a qualche buon investimento nell'immobiliare, mi ha aiutato a notare due tendenze molto importanti che influenzano il mercato americano. Le scrivo perché inevitabilmente, a lungo andare, le tendenze USA arrivano anche nel nostro paese:

1) Il boom del cosidetto cibo Organic (che da noi sarebbe il Bio ma che negli USA ha anche altre accezioni tra le quali una sorta di Km 0, cioè consumare i prodotti locali). Tantissimi americani mi hanno spiegato che loro comprano tutto "organic" perché hanno paura di ammalarsi consumando altri cibi. Chi lavora nell'alimentare ma anche nella cosmesi deve puntare a tutti i costi all'organic http://en.wikipedia.org/wiki/Organic_food.  Il Bio negli Usa cresce del 20% all'anno.

Per chi lavora nell'alimentare un paio di visite a Whole Foods o Fresh Market, catene specializzate in questo settore, renderebbero l'idea di questa tendenza. Organic, tra l'altro, negli USA non vuol dire supermercati "grigi" (in Italia ne abbiamo qualche esempio). Whole Foods e Fresh Market sono dei geni nel merchandising. Da loro uno compra prima con gli occhi e poi con il portafoglio.

2) A parte il mercato dell'organic food mi sono reso conto di come gli USA stiano diventando una grandissima Ikea a cielo aperto: c'è il boom dei prodotti low cost o delle offerte che consentono al cliente un risparmio e le nicchie alto spendenti sembrano assottigliarsi sempre di più. Anche prodotti ad alto valore aggiunto vengono venduti a prezzi decisamente competitivi. 



Paolo Ruggeri


Condividi:
08/10/2012

Come parte del nostro approccio non convenzionale monitoriamo ogni mese l'andamento dei fatturati delle aziende iscritte al programma MBS e premiamo le aziende che hanno avuto il maggior incremento percentuale rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Teniamo due classifiche:

a) La Junior League, che raggruppa tutte le aziende con un fatturato annuo inferiore ai 4,5 milioni di euro.
Ogni mese premiamo le dieci aziende con il miglior incremento. 

b) La Senior League, che raggruppa tutte le aziende con un fatturato annuo superiore ai 4,5 milioni di euro.
Ogni mese premiamo le dieci aziende con il miglior incremento.

Queste le classifiche relative ai fatturati di agosto 2012:

JUNIOR LEAGUE AGOSTO 2012

1)Edilprogress, settore edile, +299,88%
2)Agenzia IBL, rivendita prodotti per illuminotecnica, +126,06%
3)Tierre Elettrica, settore edile, +116,44%
4)Gruppo Guccione, settore abbigliamento, +111,10%
5)Union Gas, settore fornitura di gas, +69,59%
6)G&Co, settore comunicazione e immagine,+69,19%
7)Diaman Sim, settore finanziario, +54,82%
8)LG 3000, settore sicurezza sul lavoro, +44,35%
9)Zordan, settore trasporti, +43,00%
10)Ch Cafe', settore bar tabacchi, +41,16%

SENIOR LEAGUE AGOSTO 2012

1)Gotti Giuseppe srl, settore edile, +168,45
2)Berti&Salina, settore meccanico, +93,58%
3)SO.GE.SA, settore Case di Cura Private, +77,68%
4)Marmolux, settore marmi, +61,45%
5)Aredia, azienda di contract, +57,10%
6)Ovid, assistenza e riparazione camion,+52,96%
7)Meic, settore gas metano, +36,92%
8)Petrol Sud, rivenditore carburante, +31,31%
9)Calor service, settore fornitura gas, +26,90%
10)Meral, commercio sistemi di alluminio, +12,72%


Questi sono solo alcuni degli imprenditori delle Pmi italiane che battono la crisi. Crescere e' possibile!

Condividi:
04/10/2012

Ecco il testo della lettera che inviero' a tutti i politici

Caro Deputato/Senatore,

ci sono buone probabilita' che rimanga sorpreso da questo omaggio, ma e' un gesto che, come cittadino, imprenditore e scrittore formatore mi sono sentito in dovere di fare.

Il motivo e' molto semplice: onestamente, credo che le problematiche che il nostro paese si trova ad affrontare in questo momento e quelle che si prospettano per il futuro non siano di carattere economico, ma etico.

Quella che sta travolgendo l’Italia e' una crisi di valori: prima ancora che il lavoro e la liquidita', mancano i valori, gli ideali, i principi morali che dovrebbero indirizzare tutti, individui, imprese, e la politica.

A lei che e' impegnato in prima persona nella guida del paese, credo che “L’Etica dell’eccellenza” possa fornire interessanti spunti per avere l’atteggiamento giusto con il quale condurre l’Italia e gli italiani fuori dalla crisi. “L’etica dell’eccellenza” e' uno strumento fondamentale per forgiare il proprio carattere di fronte alle avversita', per crescere come persone imparando a trovare le soluzioni alle vere cause dei problemi piuttosto che stratagemmi per lenirne gli effetti.

Il presupposto dell’eccellenza, infatti, e' che “ognuno di noi possiede i mezzi e le capacita' per fare andare bene le cose”. Lei, nel suo ruolo istituzionale, puo' mettere in pratica piu' di chiunque altro quanto descritto nel testo, puo' diffondere i principi dell’eccellenza nella societa'. Lei e' in grado di cambiare le cose e spero che il mio testo possa esserle utile.

Il libro e' schietto, diretto, concreto, e sono certo che ne apprezzera' i contenuti.

Buona lettura.


Paolo Agostino Tommaso Ruggeri


Condividi:
03/10/2012

Tutti ci lamentiamo della classe politica che ci guida ... parliamo di corruzione, inefficenza ... tutto vero ma ... chi fa qualcosa? Manifestare la propria indignazione sul blog o su facebook non aiutera' nessuno.

E'arrivato il momento di fare qualcosa. Nel mio piccolo ho deciso di consegnare a ciascun senatore e ciascun deputato una copia del libro “L’etica dell’ eccellenza” allegandovi una lettera della quale, a breve pubblichero' il testo.

Il problema dell'Italia non e' finanziario, ma etico. Nella mia lunga esperienza sul campo ho constatato come qualsiasi comportamento non etico abbia il potere di influenzarci e condizionare i nostri risultati lavorativi.Quando avremo corretto i comportamenti dei nostri rappresentanti sono sicuro che si risolveranno anche i nostri problemi economici.

Consegnero' a 900 deputati una copia del libro e saro' soddisfatto se anche solo uno di loro
dovesse cambiare realmente il suo modo di pensare

E' finito il momento delle chiacchiere. E' ora di agire!

...E tu?stai facendo qualcosa per cambiare veramente le cose?

Paolo Ruggeri



foto:WORK IN PROGRESS
Condividi:
02/10/2012

Ovvero la top 5 dei post piu' popolari dell'ultimo mese sulla mia pagina facebook.

Tanti temi trattati:dalla politica al management, dalla motivazione fino alle tecniche di comunicazione. Si e' creata una bella community per scambiare idee e opinioni.

Facebook sta cambiando il nostro modo di vivere e anche di fare business. E' un grande mezzo per diffondere i propri messaggi.

Guarda quali sono stati i post piu' apprezzati del mese (slide allegate)

Se vuoi rimanere sempre aggiornato clicca "mi piace" sulla mia pagina facebook all'indirizzo
http://www.facebook.com/PaoloRuggeriOsm/

download slidesDownload delle slides
Condividi:
30/09/2012

Ray Elliot è stato con Steve Jobs sin dall'inizio e c'è rimasto per 25 anni. Nella Apple è stato vicepresidente e responsabile operativo. Queste le sue parole (estratte dal Quotidiano Nazionale di oggi, pag 29): 

"Steve Jobs non aveva mai denaro con sé e neppure carte di credito. Semplicemente non gli interessava, non ci pensava. Il nostro obiettivo non era il denaro, ma cambiare il mondo". 

"Molte aziende fondamentalmente pensano a guadagnare nel breve termine o a come vanno le azioni sul mercato. Facciamo un esempio: Kodak era la prima nel mondo per le macchine fotografiche. Oggi è in bancarotta. Non avevano una visione a lungo termine sull'uso delle macchine fotografiche. Hanno cambiato tanti manager, ma non hanno preso nessuno che avesse una visione. Eppoi devi essere concentrato sul prodotto e non sulla finanza". 

Se la tua azienda non sta guadagnando o versa in cattive acque, poniti questa domanda: ce l'hai un progetto per cambiare il mondo??

Ti assicuro che quella singola cosa farà una grandissima differenza. 

Paolo Ruggeri


Condividi:
<< | < Pagina 24 di 55 > | >>Vai a pagina: 1-2-3-4-5-6-7-8-9-10-11-12-13-14-15-16-17-18-19-20-21-22-23-24-25-26-27-28-29-30-31-32-33-34-35-36-37-38-39-40-41-42-43-44-45-46-47-48-49-50-51-52-53-54-55

ARTICOLI