X Il sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo il banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.
<< | < Pagina 30 di 54 > | >>
07/01/2012

Si è passati dall’economia della fatica fisica (quella dei nostri nonni e delle prime catene di montaggio) all’economia della testa (quella dell’organizzazione aziendale, dei colletti bianchi, del controllo qualità, della logistica e delle risorse umane) per poi arrivare all’economia del cuore.

L’economia del cuore è l’economia dell’empatia, della bellezza, dello spirito e delle emozioni. Ma soprattutto è l’economia del coraggio, una caratteristica che non difetta a nessuno di noi e sulla quale, certamente, non siamo inferiori né ai cinesi, ai tedeschi o agli americani. 

Paolo Ruggeri

Condividi:
02/01/2012

Questo fine anno è stato strano e, per certi versi magico. Non solo mi sono messo di buona lena a scrivere, che è la cosa che mi piace di più, ma mi sono arrivate diverse lettere da amici che, lo ammetto, sono stati più bravi di me a spiegare quanto sia importante il fatto di dedicare un po' di tempo a scrivere le proprie mete: 

LETTERA 1 

Solo tre anni fa, in un momento della mia vita molto difficile, ebbi la fortuna di incontrare un'azienda che si occupava, e si occupa, di consulenza aziendale, di formazione e di miglioramento del potenziale personale.

Fino a quei giorni, quei concetti, mi sembravano tanto inutili, quanto insignificanti....eppure, più passavano i giorni, piu' studiavo e stavo a contatto con quel magnifico gruppo di persone, più la mia vita cominciava a migliorare ed io a riprendere sempre più le mie energie, recuperando una incredibile forza.

Ad un certo punto, uno dei formatori (il più bravo!) mi ha parlato di mete, mi ha detto di quanto fosse importante avere delle mete nella vita, che siano giornaliere, mensili e soprattutto a medio-lungo termine.....

.....Vi starete chiedendo: "ma Gianluca è impazzito???".....

.....Vi scrivo oggi, che è 30 Dicembre 2011, momento di bilancio di un anno appena terminato e a detta di molti disastroso.
Io personalmente devo moltissimo a questo anno appena trascorso, non solo per essere riuscito a realizzare alcune delle mie mete ma, soprattutto per aver avuto il piacere di averne conservato e aggiunto delle altre.

Voglio quindi augurarvi si un magnifico 2012, ma lo voglio fare AUGURANDOVI UNA MAREA DI METE!!!!
...fate come fece quel formatore con me: prendete un pezzo di carta e scrivete tutti i vostri desideri.... vi accorgerete fra un anno che molte delle vostre mete le avrete realizzate, altre ancora no, ed altre si saranno aggiunte al vostro elenco.
Anche se non riuscirete a realizzarle tutte, vi auguro che ne abbiate tante, tantissime....perché vi accorgerete che sarete sempre VIVI!!!!


LETTERA 2

Intanto ti faccio gli auguri di buon anno nuovo, questo qui che sta arrivando il 2012 eh!

Poi ti scrivo per dirti che sto rileggendo le dieci regole.., e che erano anni che non avevo un 31 dicembre così piacevolmente diverso.

Voglio farti sapere che circa 5 anni fa avevo iniziato un corso per prendere la patente nautica e che mi sembra di ricordare ( a parte che mentre ti sto scrivendo m'è tornata la voglia di continuare ...) che si insegnava che:
" il capitano di una nave deve tracciare la rotta prima di lasciare il porto " e che " quando sei in mezzo all'oceano senza alcun punto di riferimento è un bel casino "
Chiaro che al giorno d'oggi abbiamo satelliti computer e GPS in abbondanza, ma il capitano comunque deve tracciare la rotta prima !

Mi sembra di ricordare che In mezzo all'oceano si fa il punto nave stimato ovvero si calcola approssimativamente la posizione in via di supposizioni.
Paolo avrai capito che con la lettura sono tornato a pagina 79 e che domani inizio a scrivere un nuovo quaderno di mete e obbiettivi e alla luce del mio anno trascorso, tirando un po le somme ho messo a fuoco quanto può essere importante tracciare la rotta quando si é in porto o quando si hanno punti di riferimento prima ancora di muoversi.
Tieni presente che l'esame della patente nautica oltre, non l'ho passato e che quindi non sono un capitano pertanto forse meglio verificare ok?!

Sono contento che mi sta crescendo una migliore consapevolezza e trovo veramente piacevole rileggere i tuoi scritti.

Un abbraccio 

M.


--- 

Dai anche tu retta a questi due imprenditori: scrivi le tue mete. Accadrà qualcosa di magico. 

Paolo Ruggeri

Condividi:
31/12/2011

Non sono un fanatico Apple. Uso e preferisco Windows. 

Mi hanno regalato l'I-Phone con già l'abbonamento attivo e non ho ancora aperto la (fantastica) scatolina in cui è contenuto. 

Ho però letto la biografia di Steve Jobs di Walter Isaacsoon e penso sia il miglior libro che ho letto nel 2011. Affascinante. E' una lettura che raccomando a chiunque faccia impresa.

Analizza il DNA di un imprenditore e ti porta a fare un giro su quella sottile linea rossa, di cui parlava già Erasmo da Rotterdam tanti anni fa, che separa il genio dalla follia. 

E soprattutto finalmente un libro che oltre che trasferirti tanti concetti, ti lascia con una gran carica e una gran voglia di fare le cose. 

Paolo Ruggeri  
Condividi:
31/12/2011

Concludo l'anno con qualcosa di spirituale. Questo video me l'ha consigliato l'amico e collega Alessandro Vella:

Esperimento in 3 vasi secondo i principi scoperti dal Dr. Masaru Emoto: per un mese al primo vengono dette frasi positive, al 2° frasi negative e il 3° viene ignorato... guardate che risultati diversi: 



Non è scientifico ma è sicuramente affascinante. Ci sono cose che la scienza non può spiegare. Una di queste è l'anima.

Paolo Ruggeri

 
Condividi:
23/12/2011

Tutti noi di questi tempi speriamo che nel cambiamento del mercato, del governo, del sistema fiscale, ecc, ecc. 

Baldo Pipitone, un imprenditore siciliano con le palle che ha costruito la sua azienda dal niente e l'ha portata ad affermarsi in tutta Italia http://www.pamsnc.com/azienda/ ci spiega in questo breve clip che cosa serve affinché le cose cambino davvero: 



Niente da aggiungere. Ha ragione.

Paolo Ruggeri   
Condividi:
23/12/2011

Visto che sto preparando il video MBS TOP OF THE YEAR 2011 e visto che vado in ibernazione per un po' di giorni, ho pensato di mettere on line il video con gli highlights del 2010. 

Attenzione che il video dura oltre 1 ora ma è ricco di idee per chi vuole preparare un 2012 eccezionale. 

Buon Natale a tutti e grazie per tutti i vostri contributi che sono stati numerosi anche quest'anno. 




Paolo Ruggeri
Condividi:
22/12/2011

Ecco la nuova infoletter creata da OSM per aiutare tutti gli imprenditori a far vincere le loro aziende grazie ad un corretto utilizzo del Marketing. 

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
19/12/2011

Come parte del nostro approccio non convenzionale monitoriamo ogni mese l'andamento dei fatturati delle aziende iscritte al programma MBS e premiamo le aziende che hanno avuto il maggior incremento percentuale rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. 

Teniamo due classifiche: 
a) La Junior League, che raggruppa tutte le aziende con un fatturato annuo inferiore ai 4,5 milioni di euro. 
Ogni mese premiamo le dieci aziende con il miglior incremento. 

b) La Senior League, che raggruppa tutte le aziende con un fatturato annuo superiore ai 4,5 milioni di euro. 
Ogni mese premiamo le dieci aziende con il miglior incremento. 




Queste le classifiche relative ai fatturati di Novembre 2011

JUNIOR LEAGUE NOVEMBRE 2011 

1) ROSSI, Settore Vendita Attrezzature per Dentisti + 283,51 %
2) MEDI APPALTI, Settore Edilizia Privata e Pubblica + 138,71 % 
3) MARMOLUX Settore Marmi e Graniti + 97,34 % 
4) PAM Settore Mobile + 85,74 % 
5) BORGA DESIGN Settore Marmi + 82,25 % 
6)AZIENDA AGRICOLA UGO VEZZOLI Settore Vini + 76,99 % 
7) ST. DENTISTICO RICCI Settore Dentistico + 76,52 % 
8) MS ATTREZZATURE Settore Attrezzatura per Carrozzerie + 68,91 % 
9) GRUPPO GUCCIONE Settore Edile e Assistenza Centri Comm.ali + 53,07 % 
10) LAGO GIARDINO Settore Ristorazione + 40,41 % 



SENIOR LEAGUE NOVEMBRE 2011

1)  TASSO & CANDELORO Settore Immobiliare + 386,09 %
2) AREDIA Settore Arredamento + 159,29 % 
3) OVID Settore Meccanico + 40,75 % 
4) ADICOMP Settore Aria Compressa + 33,63 %
5) TRADEX Settore Colori + 31,05 %
6) SO.GE.SA Settore Caese di Cura Private + 18,05 % 
7) SURGEL COMPANY Settore Surgelati + 9,53 % 
8) AGREX Settore Macchinari Agricoli + 5,45 % 
9) FARMA TRE Settore Informatico + 5,05 %
10) TREND GROUP Settore Rivestimenti Interni ed Esterni + 0,25 % 


ADMIN
Condividi:
16/12/2011

Nel 1960 gli USA erano in recessione. Kennedy durante la campagna per la presidenza lancia il suo programma per rimettere in piedi gli Stati Uniti. Nel programma: spedire un uomo sulla Luna entro 10 anni... 




Se vuoi sconfiggere la crisi, devi certamente combattere contro il decadimento, la moria di clienti, i costi troppo alti. Certamente. Ma devi avere anche un GRANDE progetto. Proprio come Kennedy. 

Slide allegate. 

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
09/12/2011

Siamo arrivati alla quinta ristampa anche delle 10 Regole del Successo, un libro nato per caso ma che ormai ha venduto oltre 30.000 copie. 

Questa è la nuova copertina. 

Grazie a tutti i lettori e a chi ha aiutato a distribuirlo. 

Paolo Ruggeri 





download slidesDownload delle slides
Condividi:
08/12/2011

Oggi ho avuto il piacere di passare una giornata al museo della topografia a Gioa Tauro. Visitare la Topoprogram www.topoprogram.it fornisce l'occasione di respirare la storia di questo antico mestiere. 

Pino Mangione e il suo gruppo sono persone eccezionali e sono un esempio perché mostrano un'azienda del Sud che innova, vince e raggiunge una posizione di leadership nel software in tutta Italia. 

In allegato la mia presentazione in azienda. 

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
26/11/2011

Seconda edizione della MBS Sardegna, grande affluenza di clientela tanto che abbiamo dovuto inviare personale dal "continente" per far fronte alle richieste. 

Un'altra testimonianza del fatto che quando offri un servizio ad alto valore aggiunto, la crisi non si sente.

Paolo Ruggeri
Condividi:
24/11/2011

Ogni anno chiediamo ad alcuni degli imprenditori italiani le cui aziende hanno performato particolarmente bene nel corso degli ultimi 12 mesi, di riunirsi e condividere con gli altri imprenditori le loro azioni vincenti, che cosa ha scatenato la crescita delle loro imprese. 

Ci confrontiamo inoltre sulle ricette e gli spunti per l'anno entrante così da mettere a punto la migliore delle strategie. E' quanto abbiamo fatto anche il 22 e 23 Novembre a Bologna. Nei prossimi giorni pubblicherò una serie di articoli riguardo a quanto emerso. 

Il mio contributo alla discussione è stata una ricerca che ho condotto nel 2011 intervistando gli imprenditori di piccole e medie imprese italiane che stavano crescendo. Questo è quanto secondo loro ha aiutato maggiormente a scatenare la crescita: 

1) CREARE UN’AZIENDA ARMONICA AD OGNI COSTO 45% 

Questo significa che in azienda, soprattutto al vertice, non ci deve essere uno scontro di valori o inciuci vari. Ci deve essere armonia, accordo sui valori ed entusiasmo. Se a questa armonia viene aggiunto l'entusiasmo che deriva dal motivare e coinvolgere i principali responsabili in un progetto aziendale, l'azienda prende il volo. 

Quando invece il titolare dell'azienda scende a compromessi con tutta una serie di resistenze ed opposizioni, l'azienda perde armonia e inizia a contrarsi o perdere terreno. 

La stessa cosa può dirsi anche delle aziende dove il titolare gestisce con autorità e dove non c'è coinvolgimento emotivo dei responsabili dell'azienda verso una meta condivisa.

2) AUMENTARE LE VISITE E LA PROMOZIONE AI CLIENTI (27%) 

Indubbiamente una delle cose che maggiormente può mettere in moto la crescita aziendale è il titolare dell'azienda che invece che rimanere chiuso tra quattro mura RIPRENDE a visitare i clienti. Sono numerosi gli imprenditori che dicono che nel 2011 ciò che maggiormente li ha aiutati a superare la crisi è stato il fatto di tornare loro in prima persona a visitare clienti. Ciò non solo ha creato opportunità commerciali ma ha anche fornito loro una serie di spunti ed idee per innovare e occupare nuove nicchie.  

A questo numerosi imprenditori in crescita aggiungono il fatto di aumentare in modo massiccio la comunicazione verso la clientela inattiva e potenziale (mailing, eventi, newsletter, internet, ecc). 

3) LAVORARE SU ME STESSO (12%) 

Se vuoi che le cose cambino, come prima cosa devi cambiare tu. La crescita personale dell'imprenditore spesso porta anche alla crescita dell'impresa. Ma attenzione anche al punto 1) di cui sopra: se continui a studiare tu ma non affronti gli inciuci all'interno dell'impresa, starai certamente meglio ma probabilmente fatturati ed utili non decolleranno.

4) MIGLIORARE L’ESPERIENZA PER I CLIENTI (12%)  

Numerosi imprenditori sostengono che il fatto di creare un'esperienza migliore per i clienti ha contribuito ad aumentare le vendite, la fidelizzazione ed i fatturati. 

--- 

In allegato le diapositive della presentazione integrale. 

Paolo Ruggeri



download slidesDownload delle slides
Condividi:
24/11/2011

Come parte del nostro approccio non convenzionale monitoriamo ogni mese l'andamento dei fatturati delle aziende iscritte al programma MBS e premiamo le aziende che hanno avuto il maggior incremento percentuale rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Teniamo due classifiche:

a) La Junior League, che raggruppa tutte le aziende con un fatturato annuo inferiore ai 4,5 milioni di euro.
Ogni mese premiamo le dieci aziende con il miglior incremento.

b) La Senior League, che raggruppa tutte le aziende con un fatturato annuo superiore ai 4,5 milioni di euro.
Ogni mese premiamo le dieci aziende con il miglior incremento.


Queste le classifiche relative ai fatturati di Ottobre 2011:

JUNIOR LEAGUE OTTOBRE 2011

1) LAGO GIARDINO Settore Ristorazione + 325,53%
2) IANTRA, Settore Viaggi + 299,84%
3) TOPOPROGRAM Settore Studi Geologici + 223,24%
4) MB STUDIO Settore Immobiliare + 159,73 % 
5) SASSO DEI LUPI Settore Vini + 140,13%
6) ST. PENNINO e ASS.TI Settore Commercialisti + 99,92%
7) EURODENT Settore Dentistico + 96,70 %
8) SHARE SOLUTION Settore Depurazione Acqua + 86,99%
9) CARRAFIELLO Settore Dentistico + 51,83%
10) G&CO Settore Immobiliare + 48,56%



SENIOR LEAGUE OTTOBRE 2011


1) ADICOMP Settore Aria Compressa + 159,14%
2) AGREX Settore Macchine Agricole + 64,26%
3) OVID Settore Meccanico + 54,77%
4) TASSO & CANDELORO Settore Immobiliare + 45,21%
5) SURGEL COMPANY Settore Surgelati + 18,95%
6) IMPRESIT Settore Immobiliare + 14,29%
7) NOVALTEC Settore Produzione e Vendita Macchine Pulizia Ind.ale + 13,42%
8) RIGAMONTI Settore Elettrodomestici + 13,41% 
9) AREDIA Settore Arredamento + 11,66%
10) GRUPPO PULEO Settore Supermercati ed Ipermercati + 7,38%


ADMIN

Condividi:
20/11/2011

Tasso e Candeloro Costruzioni Srl è una mosca bianca nel settore immobiliare in Italia. http://www.tassoecandeloro.it/ Quest'anno abbiamo fatto i record di vendite di nuovi immobili e il 2012 si preannuncia altro anno spettacolare. 

Grande merito di questo risultato è da attribuirsi alla squadra: persone umili, motivate, con un grande desiderio di crescita e di miglioramento. 

In allegato slide prima parte della mia presentazione circa il successo ed il cambiamento dei paradigmi per i collaboratori e dipendenti delle imprese.




Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
18/11/2011

Circa un anno fa postavo questo articolo http://www.paoloruggeri.it/blogD.asp?id=638 dove cercavo di mettere per scritto  alcune tendenze che pensavo si sarebbero manifestate nel 2011. Fermo restando che non sono un indovino (e infatti su alcune cose sono stato anche fin troppo ottimista) al terzo punto accennavo che avremmo visto acuirsi le difficoltà del settore bancario (ma era facile capirlo, bastava guardare i bilanci delle banche e i bilanci delle aziende). 

Nel complesso numerose PMI (quelle che sono uscite dalla zona di comfort e hanno capito che la musica andava cambiando) hanno avuto un 2011 discreto e alcune addirittura buono. 

Ora nel 2012 l'asticella si alzerà ancora per le aziende del nostro paese. Ci stiamo infatti apprestando ad entrare in un anno che sarà difficile e competitivo, un 2012 dove il credito bancario continuerà ad essere quasi assente (i soldi dovrai farteli dare dai clienti o trovare altre forme di investitori nell'azienda) soprattutto per la prima metà dell'anno. Dove invece continuerà ad esserci, le condizioni saranno peggiorative. 

Sarà un anno dove, paradossalmente, ci sarà ancora meno liquidità (molta di quella che c'è dovrà essere usata per pagare i debiti dello stato).  Un anno dove ci saranno meno clienti e molte più aziende che se li contendono. Insomma, un anno per gente coraggiosa e con le palle, per aziende snelle e guidate da imprenditori con una grande passione. 

Anche se mi piace essere ottimista, devo dire che, ahimé, nel 2012 numerose aziende non ce la faranno.  

Fermo restando che assieme agli imprenditori della MBS sto preparando un manuale con una serie di indicazioni per affrontare il 2012 e un DVD che metteremo a disposizione gratuitamente, esorto ogni manager ed imprenditore a fare un budget davvero sensato per l'anno che verrà: azienda snella, passione, tanto tempo dai clienti, no numeri ottimistici o campati in aria. 

Non farti cogliere di sorpresa. Sii preparato.

Paolo Ruggeri
Condividi:
16/11/2011

Grazie al lavoro di Paolo Toffanello, Roberto e Tania Pederiva, Davide Baldi e tutto l'ufficio OSM di Milano si potrà partecipare alla nostra business school per PMI (la MBS) anche in Piemonte con sede a Stresa. 

La business school MBS aiuta gli imprenditori a competere con successo in questi nuovi scenari economici facendo leva sul sapere imprenditoriale piuttosto che sull'esperienza dell'ultimo guru di grido. 

Per maggiori informazioni circa la partecipazione all'MBS Piemonte scrivere a info@osmanagement.it  

Paolo Ruggeri
Condividi:
10/11/2011

Martedì alla MBS di Roma, il collega Alessandro Vella www.alessandrovella.wordpress.com ha tenuto un workshop riguardo a come pianificare l'espansione della propria azienda. 

Ho allegato le diapositive della presentazione a quest'articolo. 

Paolo Ruggeri
Condividi:
09/11/2011

Qui allegate le diapositive utilizzate per la mia presentazione di oggi alla MBS di Roma, che ha avuto il record di partecipanti. 

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
06/11/2011

La tempesta finanziaria che stiamo attraversando presto o tardi si farà sentire anche nell'economia reale. Riteniamo che ciò inizierà a farsi sentire a Gennaio del 2012 tagliando le gambe ad una ripresa che aveva cominciato a manifestarsi nel nostro paese. 

Che fare? Quali saranno le tendenze? Come prepararsi? Come dovranno operare le imprese per navigare questa nuova fase, alla fine di un ciclo economico?

Nello spirito dell'Open Source Management nel corso della scuola MBS di Bologna del 22 e 23 Novembre abbiamo riunito diversi imprenditori le cui aziende stanno andando particolarmente bene per chiedere loro di condividere i loro consigli e le loro strategie. Parleremo di un nuovo tipo di azienda, l'azienda collaborativa, parleremo di strategie per la gestione finanziaria, di sviluppo commerciale, di marketing e di che cosa farà il consumatore nel 2012.  

Per informazioni sulla MBS del 22 e 23 Novembre, potete contattare il vostro consulente OSM oppure scrivere a info@osmanagement.it 

Il 2012 non sarà facile per molte imprese. Meglio iniziare a prepararsi. Non prenderlo sottogamba.  

Paolo Ruggeri

Condividi:
<< | < Pagina 30 di 54 > | >>Vai a pagina: 1-2-3-4-5-6-7-8-9-10-11-12-13-14-15-16-17-18-19-20-21-22-23-24-25-26-27-28-29-30-31-32-33-34-35-36-37-38-39-40-41-42-43-44-45-46-47-48-49-50-51-52-53-54

ARTICOLI