X Il sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo il banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.
<< | < Pagina 37 di 55 > | >>
09/01/2011

Stiamo finalizzando i filmati dell'MBS Top of the year di Dicembre 2010. Chi c'era potrà dirvi che sono state due giornate memorabili.

Come al solito, nello spirito dell'Open Source e della condivisione, produrremo un DVD con gli highlights che distribuiremo gratuitamente. Qui sotto un'anteprima di quanto verrà trattato (sono io estasiato dopo aver assistito agli interventi della prima giornata...): 




Chi desiderasse ricevere gratuitamente il DVD con gli highlights degli interventi, può prenotarsi scrivendo a eventispeciali@osmanagement.it 

Quest'anno, inoltre, sarà possibile acquistare i dvd integrali dei seguenti interventi: 

Roberto Gorini:  Gestione d'Impresa 

Mario Tasso: Fare Utili 

Emanuele Cenzato: L'atteggiamento per espandere l'azienda 

Flavio Cabrini: Team e Emozioni 

Marco Rocca: Dare Valore al Cliente 

Michaela Gariboldi: Vendite 

Natale Consonni: Innovazione 

Paolo Ruggeri: Fare Utili nel 2011

Paolo Ruggeri

Condividi:
31/12/2010

Diversi lettori mi hanno chiesto come vedo l'economia e, in particolare, il 2011. 

Parto da alcuni semplici indicatori, di modo che noi si esca dall'economia virtuale (quella di cui parlano i giornali) e si entri nell'economia reale:  

a) Tutte le aziende di trasporto che seguiamo (che operano su tutto il territorio nazionale) sono tornate più o meno ai livelli di fatturato precedenti la crisi del 2008. Le merci vengono spedite e tanto.

b) Se anche i miei indicatori potrebbero sembrare falsati, il sole xxiv ore ci ricorda che Mercedes, Bmw ed Audi hanno appena concluso un mese record (Novembre 2010) e che le vendite del 2010 hanno superato l'anno record 2008...  http://www.motori24.ilsole24ore.com/Mercato/2010/12/auto-vendite-audi-bmw-mercedes.php 

c) Diversi clienti mi riportano di aver ricevuto visite da funzionari bancari che propongono l'apertura di nuovi conti con relativi affidamenti, castelletti, ecc. La differenza: questi sono clienti "tripla A", cioè con un'alta capacità di ripagare i finanziamenti ricevuti. Si vive una situazione paradossale (ma forse si è sempre vissuta anche se non così acuita) nella quale chi ha denaro ha anche grande credito dal mondo bancario, chi non ce l'ha non ha credito. La crisi conta (soprattutto quella dell'immobiliare) ma contano anche moltissimo i cambiamenti introdotti da Basilea 2. E poi, conta tantissimo la capacità dell'azienda di generare cash flow attivo. Se anche fai utili ma non hai cash flow attivo le banche non ti prestano i soldi. Se invece hai cash flow attivo, le banche ti corrono dietro per finanziarti. 

d) Fermo restando il fatto che ci sono diverse aziende che si sono ristrutturate tornando a cash flow positivo e che spediscono, investono, ecc, avremo anche una serie di fallimenti o aziende che "finiranno di andare in difficoltà" partendo dai pagamenti di Dicembre 2010 ed in modo che si intensificherà fino più o meno a Aprile o Maggio 2011 quando, forse, vedremo il picco dei default aziendali sui pagamenti. In altre parole: ci sono aziende che non si sono ristrutturate o che sono terribilmente esposte con banche, fornitori, ecc e nei prossimi mesi le vedremo andare in forte difficoltà. Come dice anche Taleb (vedi il Cigno Nero) "il debito eccessivo è il nuovo veleno delle aziende".

e) Altra novità di fine 2010/inizio 2011: nel nostro paese abbiamo anche una serie di istituti bancari in difficoltà. Ber Banca di Bologna e Banca MB (penso di Milano) hanno avuto i conti correnti congelati da Banca d'Italia tra Novembre e Dicembre 2010: nessuno può prelevare o spostare i titoli in quanto le banche sono in difficoltà e si stava scatenando la corsa allo sportello... http://rassegnastampa.mef.gov.it/mefeconomica/View.aspx?ID=2010122417496274-1 

Fermo restando l'intervento di Bankitalia che sta cercando di organizzare l'acquisizione di dette banche da altri istituti al fine di sanare la situazione, prevedo che nel 2011 altri istituti bancari del nostro paese andranno in difficoltà (anche se non avverà il pandemonio totale o almeno lo spero). La ragione: troppo esposti nei confronti di aziende decotte.  


---

Fermi restando tutti i punti di cui sopra, sono dell'avviso che il periodo che stiamo vivendo rappresenti la fine di un'epoca e l'inizio di un'epoca nuova. Le aziende per competere dovranno essere diverse.  I collaboratori o dipendenti per guadagnare bene dovranno cambiare diversi dei loro atteggiamenti, l'istruzione, la scuola, ecc dovranno essere riformate radicalmente (altro che riforma Gelmini), gli spazi fisici delle aziende saranno diversi, insomma... oltre a gestire bene (con una buona attenzione al cash flow) chi sta andando bene oggi è perché sta innovando ed andando nel futuro sviluppando nuovi sistemi per consegnare maggior valore alla propria clientela.

Un buon libro che consiglio a tutti (anche se lungo e, a volte un po' tecnico,) è Macrowikinomics di Tapscott e Williams, un'analisi brillante su un mondo che ancora non c'è ma piano piano si sta materializzando. 

Per concludere devo dire che il 2010 per me è stato un anno straordinario, pieno di sfide (che non mancano mai) ma anche di grandi soddisfazioni, vittorie e passi in avanti. E' stato un anno in cui ho imparato, viaggiato, conosciuto, guadagnato, amato e vissuto ma soprattutto un anno in cui ho condiviso tanto con tanti veri amici. 

Ed è a loro che va il mio ultimo pensiero di questo messaggio: grazie per tutto quello che avete fatto per me e con me. Il futuro non è mai un problema quando sei circondato da persone straordinarie. 

Buon Anno! 

Paolo


 

Condividi:
27/12/2010

Tra i vari libri che sto leggendo, ce n'è uno che mi ha lasciato alcuni concetti che non vorrei perdere e di conseguenza li annoto qui. Il libro è IL LIBRO NERO DELL'IMPRENDITORE ed è disponibile qui: http://www.itacalibri.it/Template/detailArticoli.asp?LN=IT&IDFolder=144&IDOggetto=34260 

Il libro parla degli errori principali che, secondo l'autore, possono determinare il fallimento di un'azienda. I miei appunti:

1) Le imprese a volte falliscono perché l'imprenditore comincia la sua impresa per i motivi sbagliati. 

"Il vero imprenditore va al di là di tutto questo. La realtà è che lui non può fare altro (rispetto a creare l'impresa). "Che senso ha (riferendosi a tutto quello che l'imprenditore deve creare)? Nessuno". "Un imprenditore riconosce se stesso perché ha un vuoto interiore veramente profondo che deve riempire. E l'unico modo per riempire quel vuoto interiore è fare progetti". 


Chi conosce i veri imprenditori, quelli che hanno un grande successo, sa che lo fanno per la ragione giusta: "Lo faccio perché non posso fare altro. Devo realizzare questo sogno".

B E L L I S S I M O!

2) Trias de Bes poi sostiene che bisogna porre particolare attenzione sullo scegliere i soci per la società (di fatto dice che la società è molto meglio farla da soli, ma su questo non concordo). I punti che mi sono piaciuti: 

a) Se fai società con qualcuno assicurati che i suoi principi e valori siano coerenti con i tuoi. "E' molto meglio avere un socio mediocre con principi coerenti con i nostri che un tipo brillante ma privo di scrupoli". 

b) Il primo accordo: come ci separeremo. Inevitabilmente la maggior parte dei soci tende a dividersi nel lungo termine. Essenziale è stabilire come dividersi all'inizio quando i rapporti sono molto buoni. 

3) L'esecuzione è tutto: "serve di più un'idea mediocre realizzata brillantemente che un'idea brillante realizzata in modo mediocre". 

4) I budget vanno elaborati sempre secondo lo scenario più pessimistico.

5) Riguardo all'equilibrio tra lavoro e vita privata: "Un equilibrista non sarà mai un imprenditore". L'imprenditore potrebbe prendersi qualunque giorno libero. Potrebbe prendersi ogni tanto dei giorni di vacanza. Ma non lo fa mai".

6)Utili al terzo anno. Perché mai? "Quando un modello di attività non dà utili in tempi rapidi è difficile che li dia più tardi".

E' una lettura per chiunque faccia l'imprenditore ma anche e soprattutto per chi sta pensando di mettersi in proprio.

Paolo Ruggeri

Condividi:
16/12/2010

L'MBS Top of the Year è stato aperto da Roberto Gorini che ha tenuto una presentazione che definirei perlomeno "intensa" circa lo scenario prossimo e venturo che le nostre PMI dovranno affrontare. "Ci attendono tempi burrascosi - ha detto - nei quali le aziende appesantite dal debito o che non producono o misurano il cash flow avranno grandi difficoltà".
 
Cinque le ricette fornite da Roberto: 

1) Il denaro è conoscenza. Oggi, per fare soldi, devi conoscere. 
2) Punta ad avere cash flow attivo. Se produci utili ma non hai liquidità vuol dire che hai prodotto ricchezza per qualcun altro. 
3) Tieni il debito basso. Più debito hai e meno sarai indipendente nella gestione 
4) Fai il "downsizing": impara a vivere con meno. 
5) Occupati del benessere. 

Ha poi chiuso la sua presentazione d'impatto dicendo che "oggi l'impresa deve imparare a vivere re-inventandosi ogni giorno".  

Le slide erano molto pesanti e ho dovuto tagliarle qui e la. Metto on line un pdf rimaneggiato. Slide integrali disponibili su www.robertogorini.it 

Paolo Ruggeri



download slidesDownload delle slides
Condividi:
16/12/2010

Abbiamo avuto anche un contributo di Eusebio Gualino all'intervento MBS Top of the Year. Eusebio ci ha intrattenuto Mercoledì mattina parlando della necessità di ricercare l'efficienza e creare il contesto. 

I miei appunti: 

- Nei prossimi anni ci attendono tempi burrascosi. L'azienda deve sfruttare questi periodi di tempo per eliminare le inefficienze. 

- Quando perdi un cliente è sempre dovuto a motivi di rapporti umani. In qualche modo hai privilegiato l'aspetto economico rispetto a quello umano. 

- Devi creare il contesto nel quale i tuoi collaboratori creeranno emozioni per i clienti 

-L'apprendimento emotivo, quello in cui non devi prendere appunti. E' più rapido dell'apprendimento logico e te lo ricordi per lungo tempo. Eusebio ce ne darà un esempio durante il corso del 20 e 21 Gennaio 2011 http://www.paoloruggeri.it/News.asp

Paolo Ruggeri

Condividi:
16/12/2010

Mario Tasso e' l'imprenditore dietro tre aziende di estremo successo in Abruzzo: La Tasso Spa (settore metalmeccanico), la Tasso e Candeloro Costruzioni e la Tasso e Candeloro Immobiliare che lavorano nel settore immobiliare e delle costruzioni. http://www.tasso.it/
 
Mario ha tenuto una presentazione eccezionale sul soggetto di "fare utili". Gli spunti forniti sono stati innumerevoli e molti di questi sono contenuti nelle slide qui allegate. Personalmente sono stato molto colpito da alcuni punti del suo intervento: 

Parlando di un momento di forte difficoltà aziendale accaduto svariati anni fa nel quale era riuscito con grandi ostacoli a farsi dare un piccolo finanziamento da una banca nonostante fosse in difficoltà, Mario ha detto "Gestivo quei soldi come se rappresentassero una salvezza..." . E' la stessa oculatezza che dovrebbe avere chiunque gestisca il denaro oggi. Assicurarsi che ogni euro speso porti dei ritorni. 

Ha poi anche detto che "in quanto imprenditore alle volte devi prendere delle decisioni che ti fanno venire la pelle d'oca. Io - ha proseguito - alcune decisioni che ho preso negli anni 90 oggi non le riprenderei più ed è questa probabilmente la ragione per la quale non sempre riesci a fare gli stessi utili che in passato..." . 

Ha poi concluso il suo intervento dicendo: "La chiave per fare utili, in ultima analisi, è come stai tu. Se non stai bene, non prendere decisioni che influenzino la tua azienda perché sbaglierai. La persona di cui devi prenderti cura innanzi tutto sei tu". 

Le diapositive dell'intervento sono allegate. 

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
16/12/2010

Flavio Cabrini ha chiuso l'ultima giornata dell'MBS Top of the Year. Quella di Flavio è stata una presentazione che mi ha molto colpito forse perché, presi come siamo nella crescita aziendale, alle volte appunto ci dimentichiamo di fare le cose che fanno stare bene il team. Succede anche al sottoscritto che addirittura ha scritto perfino dei libri sull'argomento... La presentazione di Flavio ha suonato una grande sveglia. I miei appunti: 

- Finisci da solo (cioè ti sembra che in azienda non ti capisca più nessuno) quando per tanto tempo con il tuo gruppo parli solamente delle emergenze e non delle cose belle che uniscono e fanno progredire.

-Il clima aziendale è importantissimo: Se il clima è buono le persone hanno idee migliori. Se il clima è sfavorevole c'è anche tanta inefficienza. Se il clima non è buono la volontà di fare delle persone sarà bassa. In un clima negativo le persone genereranno idee sbagliate. Noi titolari dobbiamo assicurarci che il clima aziendale sia molto buono. 

Cabrini ha concluso chiedendo "Ma alla fine tu la ami la tua gente? Ami i tuoi collaboratori? Ami i tuoi clienti? O ti stai limitando ad eseguire una procedura?". 

Paolo Ruggeri  

download slidesDownload delle slides
Condividi:
16/12/2010

Marco Rocca, l'AD del Mottolino di LIvigno www.mottolino.com  ha tenuto una presentazione che mi è molto piaciuta all'MBS Top of the Year. Marco ha mostrato tutte le incredibili azioni che ha messo in campo per dare valore ai suoi clienti: i visitatori di Livigno. 

I miei appunti: 

- "Lo sfrenato desiderio di rivedere il cliente. Se la stagione successiva non rivedo qualcuno nei rifugi o sugli impianti, mi faccio delle domande, mi chiedo che cosa avrei potuto fare di diverso la precedente stagione per farli stare meglio..." (detto da un imprenditore che gestisce oltre a rifugi anche impianti di risalita e distributori di benzina, fa riflettere. Ogni anno vede migliaia di persone).

-L'attenzione agli ospiti "diversamente abili": "se capiamo come dare una soddisfazione a loro sugli impianti e sulle piste, allora renderemo la vita più facile a tutti". 

-L'importantanza di far crescere il territorio. "Noi ci domandiamo costantemente: Quanto generiamo per il paese? Noi usufriamo del territorio. Ogni azione che facciamo deve rispondere all'interesse collettivo del paese. L'azione che garantisce nel tempo risultati migliori è quella che dà risultati agli altri...". 

- "Il nostro business è far sorridere la gente"!

Non ho le diapositive in questo momento ma saranno caricate a breve. 

Paolo Ruggeri



download slidesDownload delle slides
Condividi:
16/12/2010

In allegato le diapositive del mio intervento all'evento MBS Top of the Year. I punti salienti del mio intervento: 

1) Crea valore per il cliente 
2) Struttura Light 
3) Capitali immateriali 
4) Entra nell’Economia delle Emozioni 
5) Promuovi, esci dall’economia virtuale 
6) Entra nell’economia della collaborazione 
7) Punta a “ritorni al quadrato”. 


Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
16/12/2010

Emanuele Cenzato di Metal Pres www.metalpres.com , forte di un fatturato di svariate decine di milioni di euro ogni hanno e di una crescita costante negli hanni, ha tenuto una presentazione devastante su ciò che serve per essere un imprenditore di successo. Emozionante, d'impatto, devastante. Mi è piaciuta tantissimo. 

Alcuni dei miei appunti: 

a) "Per fare impresa devi osare! Sono stato il primo a mettere il robot in provincia di Vicenza". Questo punto dell'essere il primo ad affrontare una certa sfida o a fare un certo investimento ho notato che è presente in tutti gli imprenditori di successo. Mario Tasso, per esempio, è stato il primo in abruzzo ad adottare la lean production in azienda.  

b) "Ho lottato contro tutto e tutti". Mi ha fatto riflettere e capire che se non hai intorno a te tante persone che si oppongono alla tua idea e la considerano una stupidata, allora vuol dire che forse non hai ancora l'idea giusta per fare impresa. Questo è importante importante importante. 

c) "Io non dico mai di no ad un cliente. Non posso accettare di non riuscire a fare qualcosa. E' una questione di orgoglio."  Emanuele continua poi spiegando come è riuscito a battere i cinesi sul prezzo pur producendo in Italia. Non dire mai di no ad un cliente. 

d) "Squilibrio: per avere successo devi fare delle cose pazze". Questo punto l'aveva detto anche Mario Tasso (Devi prendere delle decisioni che ti fanno venire la pelle d'oca). Mi ha fatto ritornare in mente Erasmo da Rotterdam: il confine tra genio e pazzia è una sottile linea rossa. Se non fai anche delle pazzie, allora non sta facendo impresa. 

Le slide dell'intervento sono allegate. Questo è stato uno dei migliori interventi sull'imprenditorialità a cui io abbia mai partecipato. 

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
16/12/2010

Fermo restando che tutto l'Evento MBS Top of the Year è stato molto interessante e coinvolgente, uno degli interventi più apprezzati è stato senz'altro quello dell'Ing. Natale Consonni della ICQ http://www.icqglobal.com/

Natale Consonni è un grande imprenditore in quanto gestisce un'azienda che è leader in tutti i sensi, leader di mercato, leader a livello tecnologico, leader nell'innovazione. Qui a fianco troviamo Consonni con la senatrice Schwarz del congresso americano che si batte per i diritti dell'infanzia. 

Ci ha parlato di innovazione e, devo dire, ha davvero innovato le nostre menti. I miei appunti: 

-"L'innovazione a km 0. L'innovazione spesso ce l'hai già in azienda e non te ne sei accorto. La spegni invece che promuoverla. Ci sono mille modi per uccidere un'idea". 

-"Le persone che hai attorno si devono entusiasmare quando gli comunichi le idee nuove, altrimenti non hai attorno a te le idee giuste". Questa singola idea mi ha molto colpito. E' verissimo. Quando hai attorno quelle persone riesci, in azienda, a costruire dal niente grandi progetti e grandi prodotti. 

"Il re-thinking"!!!!!! Fantastico!!!

Le diapositive dell'intervento sono allegate. Chiederemo all'Ing. Consonni di tenere dei corsi speciali sull'innovazione in quanto l'argomento merita decisamente un approfondimento.

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
12/12/2010

Venerdì mattina ho avuto il piacere di confrontarmi con alcuni imprenditori piemontesi circa le attività da fare per costruire una grande impresa. Ho toccato vari punti. E' stato un momento piacevole di confronto e tra l'altro ho rivisto dei vecchi amici che da soli sarebbero una grande case history.

Le diapositive sono allegate in pdf (il file era troppo pesante). Il filmato di Ferrari è disponibile su youtube ma lo rimetto anche qui. 



Paolo Ruggeri



download slidesDownload delle slides
Condividi:
06/12/2010

Conosco Eusebio Gualino e la Gessi da diversi anni. A mio avviso la storia di Eusebio è una delle più importanti case history di marketing recenti nel nostro paese. Eusebio, come tutti i grandi, è una persona umile e quindi non si mette a vendere se stesso ma vi posso assicurare che sul marketing non è secondo a nessuno.

E' proprio per questo motivo che gli ho chiesto di condividere le sue azioni vincenti in alcuni corsi speciali che abbiamo organizzato per i manager e gli imprenditori italiani, vedi il corso Manager Emozionale che terremo presso la Gessi il 20 e 21 Gennaio 2011:  



Ora vengo a sapere che anche Vendere di Più la pensa allo stesso modo, infatti gli ha concesso la storia di copertina (in allegato l'articolo). 

Eusebio Gualino interverrà all'MBS Top of the Year, a Bologna, il 14 e 15 Dicembre 2010 con un intervento speciale sul marketing emozionale. Inoltre terrà un corso speciale sulle azioni vincenti per espandere l'azienda il 20 e 21 Gennaio presso la Gessi Spa. 

Per maggiori informazioni o per riservare un posto scrivete a eventispeciali@osmanagement.it 

Paolo Ruggeri



download slidesDownload delle slides
Condividi:
06/12/2010

Recentemente Simone Scisciani della Scisciani e Frascarelli SpA di Tolentino è intervenuto alla MBS per condividere le azioni vincenti che hanno portato la sua azienda a crescere nel corso degli ultimi 18 mesi. Vari gli spunti che, a detta di Simone, contribuiscono alla crescita dell'impresa: 

1) Migliora te stesso. L'azienda non può crescere se tu non sei il primo che cresce e si mette in discussione. 
2) Ambizione: individua la vetta da scalare. Anche quando le cose vanno male almeno con lo sguardo guarda all'Everest. 
3) Costruisci la tua squadra con persone di qualità.
4) Agisci con lo spirito e l'entusiasmo tipici di un vero imprenditore. Le persone devono SENTIRE il tuo entusiasmo. 
5) Prendi ispirazione dalle grandi aziende. 
6) Questa è l'era delle alleanze.
Da solo non vai più da nessuna parte. 
7) L'innamoramento e la passione: se i clienti percepiscono i valori ti seguono. 

Le slide sono allegate 

Paolo Ruggeri


download slidesDownload delle slides
Condividi:
01/12/2010

Oggi ho avuto la possibilità di interagire con persone di una signora azienda, il Consorzio di Tutela del Grana Padano. Abbiamo cominciato ad approfondire le tematiche del cambiamento e gli ingredienti manageriali necessari per competere e per crescere nel presente scenario economico.

In allegato le diapositive della prima parte. 

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
28/11/2010

In allegato le slide della mia presentazione alla MBS di Pescara. Questa è stata una delle migliori MBS di sempre, tante persone, un gruppo molto unito. Grazie a tutti i partecipanti. 

Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
28/11/2010

Alcuni anni fa era  in voga usare la parola "talento", spesso a sproposito. Io stesso ne ho abusato. Poi è arrivata Lehman Brothers ed ha insegnato a tutti noi che dovevamo fare meno psicologia spicciola e mettere più attenzione ai fondamenti dell'impresa. Se ci fai caso la parola "talenti" è sparita dalla circolazione... 

Però se devo descrivere la Simona Lodolo non posso che usare la parola "talento del marketing" perché "ne sa davvero a pacchi" ed è in grado di trovare delle soluzioni geniali (e spesso anche molto economiche) per attirare clienti verso l'impresa. 

In allegato la sua presentazione alla MBS di Pescara circa semplici azioni da eseguire per scovare business per l'impresa.

Paolo Ruggeri



download slidesDownload delle slides
Condividi:
28/11/2010

Impresit, http://www.impresitcostruzioni.it/, è una società di Brescia che opera nel settore delle costruzioni. L'anno 2010 sta mostrando una buona crescita ed è per questo che abbiamo chiesto a Omar Scotti di tenere una presentazione circa le sue azioni vincenti nella vendita. Nonostante fosse una delle sue prime presentazioni, Omar è stato molto coinvolgente ed ha spiegato come una maggiore attenzione al cliente, alla fine porti risultati commerciali molto positivi.

Ho allegato un pdf della presentazione.
 
Paolo Ruggeri

download slidesDownload delle slides
Condividi:
25/11/2010

Patrizio Cappella dirige la Autotrasporti Cappella di Bergamo http://www.autotrasporticappella.com/.  Nonostante le difficoltà del settore l'azienda è cresciuta per gran parte del 2009 e per tutto il 2010 arrivando addirittura a superare i livelli del 2008.


Paolo Ruggeri

Condividi:
25/11/2010

Corrado Zambonelli possiede due strutture alberghiere in Lombardia: l'Hotel Cappello d'Oro a Bergamo e l'Hotel Monza e Brianza Palace a Cinisello Balsamo. Quest'anno i suoi alberghi stanno ottenendo risultati decisamente superiori rispetto alla media del settore: 


Paolo Ruggeri
Condividi:
<< | < Pagina 37 di 55 > | >>Vai a pagina: 1-2-3-4-5-6-7-8-9-10-11-12-13-14-15-16-17-18-19-20-21-22-23-24-25-26-27-28-29-30-31-32-33-34-35-36-37-38-39-40-41-42-43-44-45-46-47-48-49-50-51-52-53-54-55

ARTICOLI